[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 22 Luglio 2021

IACM Journal Cannabis and Cannabinoid Research riceve il primo fattore di impatto di 5,764

Cannabis and Cannabinoid Research annuncia il suo primo Impact Factor di 5.764. Queste cifre si basano sulle citazioni nel 2020 ai lavori pubblicati nel 2018 e nel 2019. Il fattore di impatto riflette l'importanza relativa di una rivista scientifica nel suo campo. Le riviste con valori di impact factor più alti sono spesso considerate più importanti. Cannabis and Cannabinoid Research è diventata rapidamente la voce della comunità globale dei cannabinoidi, e questo primo alto fattore di impatto solidifica la posizione della rivista nel mercato.

Anche i download delle riviste sono aumentati enormemente e sono aumentati del 76% da gennaio a maggio, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Più di 193.000 articoli della rivista sono stati scaricati già nel 2021. Questi risultati non sarebbero stati possibili senza l'impegno dell'editore Mary Ann Liebert e del dottor Daniele Piomelli, caporedattore della rivista e membro del consiglio di amministrazione IACM.

Cannabis and Cannabinoid Research

USA: Il Connecticut diventa il 18° stato a legalizzare l'uso della cannabis da parte degli adulti

Il 22 giugno il Connecticut si è unito ad altri 17 stati USA nel legalizzare l'uso adulto della cannabis, quando il governatore Ned Lamont ha firmato una legge che ha detto che aiuterà anche a guarire le cicatrici economiche lasciate dalla guerra alla droga. Il provvedimento sulla cannabis, che è entrato in vigore il 1 luglio, cancella automaticamente molte condanne penali e stabilisce una struttura normativa che dirige le opportunità e le entrate verso le comunità duramente colpite dalla sua proibizione.

"Per decenni, la guerra alla cannabis ha causato ingiustizie e creato disparità mentre faceva poco per proteggere la salute pubblica e la sicurezza", ha detto Lamont in una dichiarazione. Il movimento di legalizzazione ha guadagnato slancio quest'anno, dato che cinque legislature statali, compresa quella del Connecticut, hanno approvato l'uso ricreativo della droga, più recentemente in Virginia, dove la legge entra in vigore il 1° luglio. Il Connecticut, la cui legge permette la coltivazione personale di piante di marijuana nel 2023, diventa il 18° stato ad approvare la legalizzazione. Gli elettori di un diciannovesimo stato, il Sud Dakota, hanno approvato la legalizzazione l'anno scorso, ma una sfida legale alla misura è ora pendente davanti alla Corte Suprema dello stato.

Reuters del 22 giugno 2021

Messico: Il governo vuole tenere un referendum sullo status legale della cannabis dopo che la Corte Suprema ha stabilito che dovrebbe essere legalizzata

Il presidente del Messico Andres Manuel Lopez Obrador ha detto il 29 giugno che rispetterà una sentenza della Corte Suprema che ha detto al governo e ai legislatori di legalizzare l'uso della cannabis per gli adulti. La corte ha anche aperto la porta alla convocazione di un referendum pubblico sulla questione.

La sentenza della Corte Suprema del 28 giugno 2021 porta il Messico più vicino alla creazione di uno dei più grandi mercati legali di cannabis del mondo e spinge il Senato messicano ad approvare la vasta legge di legalizzazione che è in stallo da quando la Camera bassa del Congresso l'ha approvata nel marzo 2021. "Naturalmente rispetteremo ciò che la corte ha deciso e valuteremo. Vedremo quali effetti avrà", ha detto Lopez Obrador in una regolare conferenza stampa in risposta a una domanda sulla decisione della Corte Suprema.

Reuters del 29 giugno 2021

Scienza/Umana: L'uso di cannabis non ha effetti negativi sulla funzione sessuale maschile secondo uno studio a lungo termine

Secondo uno studio di coorte su 7809 maschi della clinica di andrologia dell'Università di Manitoba a Winnipeg, Canada, l'uso di cannabis non era associato a significativi effetti negativi sulla funzione sessuale. I pazienti dal 2008-2017 sono stati inclusi nello studio. I questionari d'ingresso hanno fornito informazioni demografiche di base, nonché dati riguardanti l'uso di sostanze e vari parametri della funzione sessuale.

Un totale di 993 pazienti (12.7%) erano consumatori di cannabis e 6816 (87.3%) non consumatori. I consumatori di cannabis avevano un punteggio medio significativamente più alto del Sexual Health Inventory for Men (21.9 versus 21.2) e un più alto testosterone totale nel siero (13.4 nmol/L versus 12.6) rispetto ai non consumatori, sebbene avessero anche un più alto tasso di punteggi positivi per la carenza di androgeni nel maschio anziano (52% versus 46%). I consumatori di cannabis hanno anche riportato una maggiore frequenza sessuale rispetto ai non consumatori. Gli autori hanno concluso che "l'uso di cannabis non era associato a effetti deleteri clinicamente significativi sui parametri sessuali maschili in questa coorte. ”

Shiff B, Blankstein U, Hussaen J, Jarvi K, Grober E, Lo K, Lajkosz K, Krakowsky Y. The impact of cannabis use on male sexual function: A 10-year, single-center experience. Can Urol Assoc J, 22. Juni 2021. [in press].

Scienza/Umana: La cannabis può essere una sostituzione efficace nei pazienti con disturbo da uso di alcol

In un Managed Alcohol Program (MAP) con 19 pazienti che soffrono di disturbo da uso di alcol, l'uso di cannabis è stato utile nel ridurre l'assunzione di alcol. I dati sono stati raccolti dai leader organizzativi del MAP (n = 7), dai partecipanti al programma (n = 19), dallo staff e dai manager (n = 17) in 6 Managed Alcohol Programs in Canada. Lo studio è stato intrapreso dai ricercatori del Canadian Institute for Substance Use Research dell'Università di Victoria, Canada.

Tra i partecipanti al MAP, il 63% (n = 12) stava già sostituendo la cannabis all'alcool, per le voglie (79%,) e l'astinenza (53%), più spesso su base settimanale (42%). I partecipanti preferivano la somministrazione da parte del personale di cannabis secca, fumata, seguita da commestibili e capsule con la sostituzione di alcune dosi di alcol attraverso un modello di sostituzione parziale. I partecipanti hanno richiesto il supporto dei pari, sociale e di consulenza. Il personale ha richiesto risorse educative e personale clinico potenziato. Gli autori hanno concluso che "la sostituzione della cannabis era considerata fattibile da tutti e tre i gruppi".

Pauly B, Brown M, Chow C, Wettlaufer A; East Side Illicit Drinkers Group for Education (EIDGE), Graham B, Urbanoski K, Callaghan R, Rose C, Jordan M, Stockwell T, Thomas G, Sutherland C. "If I knew I could get that every hour instead of alcohol, I would take the cannabis": need and feasibility of cannabis substitution implementation in Canadian managed alcohol programs. Harm Reduct J. 2021;18(1):65.

Scienza/Umana: La cannabidivarina (CBDV) può normalizzare la funzione cerebrale nell'autismo

Secondo uno studio su 28 uomini, di cui 13 con diagnosi di disturbo dello spettro autistico, il cannabinoide vegetale CBDV (Cannabidivarin) può normalizzare le funzioni cerebrali alterate nell'autismo. I ricercatori dell'Istituto di Psichiatria del King's College di Londra, Regno Unito, hanno mostrato che i pazienti con autismo mostrano una connettività funzionale alterata tra alcune regioni del cervello (striato ventrale e regioni frontali e pericentrali) e altri cambiamenti nelle regioni coinvolte nel discorso e nel linguaggio rispetto a 15 uomini sani. Tutti i partecipanti hanno ricevuto 600 mg di CBDV o un placebo in due occasioni, separate da almeno 13 giorni.

Il CBDV ha ridotto l'iperconnettività al livello normale. Gli autori hanno concluso che lo studio fornisce "la prova preliminare del concetto che, nel cervello autistico adulto, la somministrazione acuta di CBDV può modulare i circuiti striatali atipici verso la funzione neurotipica. "Hanno notato che sono necessari ulteriori studi se questa normalizzazione è associata a cambiamenti nei sintomi dell'autismo.

Pretzsch CM, Floris DL, Voinescu B, Elsahib M, Mendez MA, Wichers R, Ajram L, Ivin G, Heasman M, Pretzsch E, Williams S, Murphy DGM, Daly E, McAlonan GM. Modulation of striatal functional connectivity differences in adults with and without autism spectrum disorder in a single-dose randomized trial of cannabidivarin. Mol Autism. 2021;12(1):49.

Notizie in breve

USA: Un membro della Corte Suprema dice che la proibizione della cannabis "potrebbe non essere più necessaria"
Il giudice della Corte Suprema Clarence Thomas lunedì ha detto che il divieto federale sulla coltivazione e l'uso della cannabis all'interno degli stati "potrebbe non essere più necessario o appropriato" e che l'applicazione incoerente ha portato a "trappole" per le imprese di cannabis. Thomas ha rilasciato la dichiarazione in relazione al rifiuto della corte di ascoltare l'appello di un dispensario di cannabis del Colorado.
Reuters del 28 giugno 2021

Scienza/Umana: Il CBD ha migliorato l'ansia e la depressione in uno studio osservazionale
In uno studio osservazionale retrospettivo su 279 adulti, il trattamento con cannabis ricca di CBD ha migliorato l'ansia e la depressione nel corso di tre e sei mesi. L'aggiunta di THC al trattamento al primo appuntamento di follow-up non ha avuto alcun effetto sui cambiamenti dei sintomi.
Dipartimento di ricerca, Santé Cannabis, Montréal, Canada.
Rapin L, et al. J Cannabis Res. 2021;3(1):19.

Scienza: La biodisponibilità del CBD dipende dall'assunzione di cibo
Una nuova ricerca mostra che l'attività dell'enzima lipasi e l'assorbimento degli acidi grassi sono aumentati in presenza di sali biliari, il che può contribuire a un aumento della bioaccessibilità del CBD. Gli autori hanno scritto che "l'aumento della bioaccessibilità del CBD con il cibo potrebbe essere spiegato dal fatto che la formazione di micelle dai lipidi idrolizzati aiuta la bioaccessibilità delle molecole idrofobiche. ”
Dipartimento di scienze vegetali e ambientali, New Mexico State University, Las Cruces, USA.
Mozaffari K, et al. Molecules. 2021;26(12):3573.

Scienza/Animale: L'aumento del tono degli endocannabinoidi altera il comportamento ansioso in un modello di ratto dell'autismo
In un modello di ratto di autismo ratti maschi e femmine hanno reagito in modi diversi ad un aumento di endocannabinoidi. Gli autori hanno concluso che "si dovrebbero fare considerazioni sui possibili effetti sesso-specifici dei cannabinoidi per il trattamento dei sintomi associati all'autismo".
Fisiologia, Scuola di Medicina, National University of Ireland Galway, Irlanda.
Thornton AM, et al. Molecules. 2021;26(12):3720.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis prima della gravidanza può aumentare il rischio di depressione post-partum
In uno studio su 516 donne incinte il rischio di sviluppare depressione dopo il parto era più alto in quelle che avevano usato cannabis prima della gravidanza.
Facoltà di Medicina, Scuola di Salute Pubblica, Centro per la ricerca longitudinale e sui corsi di vita, The University of Queensland, Australia.
Cao S, et al. Drug Alcohol Depend. 2021;226:108860.

Scienza: Indagine sugli effetti dei cannabinoidi sul metabolismo di altri farmaci nel fegato
I ricercatori hanno studiato gli effetti di 12 cannabinoidi sull'attività degli enzimi epatici (CYP3A4, CYP2D6, CYP2C9, CYP1A2, CYP2B6, e CYP2C19) responsabili della degradazione di molti farmaci. Hanno trovato che principalmente "il metabolismo mediato dal CYP2C9 era inibito dai cannabinoidi a concentrazioni clinicamente rilevanti".
Lambert Initiative for Cannabinoid Therapeutics, Brain and Mind Centre, The University of Sydney, Australia.
Doohan PT, et al. AAPS J. 2021;23(4):91.

Scienza/Animale: Il CBD può ridurre i danni al cuore dopo un infarto miocardico
Il CBD è stato in grado di ridurre i danni alle cellule del cuore in seguito a un ridotto apporto di sangue (ischemia).
Gli autori hanno concluso che "l'uso di cannabinoidi ha dimostrato di avere effetti benefici quando viene usato come trattamento per il danno da riperfusione miocardica. ”
Sección de Estudios de Posgrado e Investigación, Escuela Superior de Medicina, Instituto Politecnico Nacional, Mexico.
Franco-Vadillo A, et al. Pharmacol Res Perspect. 2021;9(4):e00784.

Scienza/Animale: Topi senza recettori CB1 hanno sintomi, che possono essere osservati nell'autismo
In uno studio con topi geneticamente modificati senza recettori CB1, i ricercatori hanno trovato alterazioni comportamentali che assomigliano ai sintomi dell'autismo. Hanno notato che il sistema endocannabinoide "è importante per lo sviluppo del cervello e la funzione neurale ed è quindi probabile che sia coinvolto nei disturbi del neurosviluppo come il disturbo dello spettro autistico".
Università di Bordeaux, Francia.
Fyke W, et al. Autism Res. 2021 Jun 26. [in stampa].

Scienza/Umana: La maggior parte dei tedeschi con malattie infiammatorie intestinali usa ancora la cannabis del mercato nero
Secondo un'indagine su 417 pazienti tedeschi affetti da malattie infiammatorie intestinali (55% con il morbo di Crohn e 43% con la colite ulcerosa) il 4.3% ha riferito l'uso corrente di cannabis per trattare i sintomi. Gli autori hanno notato che "La cannabis è principalmente procurata dal mercato nero, con qualità sconosciuta. ”
Dipartimento di Medicina Interna e Integrativa, Sozialstiftung Bamberg, Germania.
Neufeld T, et al. Z Gastroenterol. 2021 Jun 22. [in stampa].

Scienza/Animale: Una combinazione di CBD e ketamina ha effetti antidepressivi
In uno studio sui topi il CBD ha indotto effetti antidepressivi. Anche la ketamina ha prodotto effetti antidepressivi. Una combinazione di CBD e ketamina ha prodotto effetti antidepressivi senza i rilevanti effetti collaterali della ketamina.
Dipartimento di Scienze Biomolecolari, Scuola di Scienze Farmaceutiche di Ribeirão Preto, Università di San Paolo, Brasile.
Sartim AG, et al. Neuropharmacology. 2021:108679.

Scienza/Animale: Il CBD previene alcune alterazioni comportamentali legate alla dipendenza da cocaina
In uno studio sui topi, il CBD ha abolito l'iperattività indotta dalla cocaina senza alterare la locomozione spontanea degli animali. Inoltre, il CBD ha ridotto i deficit di memoria dovuti all'astinenza da cocaina.
Dipartimento di psichiatria e scienze comportamentali, Stanford University, USA.
Cawkwell PB, et al. Harv Rev Psychiatry. 2021 Jun 16. [in stampa].

Scienza/Cellule: Il THC ha effetti anticancro nelle cellule del cancro orale
Il THC diminuisce la crescita delle cellule tumorali "attraverso vari meccanismi, tra cui l'apoptosi, l'autofagia e lo stress ossidativo. ”
Groupe de recherche en écologie buccale, Faculté de médecine dentaire, Université Laval, Québec, Canada.
Semlali A, et al. Arch Oral Biol. 2021;129:105200.

Scienza/Animale: La biodisponibilità del CBD incapsulato è aumentata se somministrato con acido desossicolico
In uno studio sui topi, che hanno ricevuto capsule di CBD o capsule riempite con CBD e l'esaltatore di permeazione acido desossicolico (DCA), la combinazione con il DCA ha prodotto una biodisponibilità aumentata del 300% e una concentrazione cerebrale di CBD notevolmente più alta.
Curtin Health Innovation Research Institute, Curtin University, Perth, Australia.
Majimbi M, et al. PLoS One. 2021;16(6):e0243858.

Scienza/Cellule: L'anandamide causa l'apoptosi nelle cellule della granulosa
Le cellule della granulosa svolgono un ruolo importante nella riproduzione femminile. L'aumento dei livelli di anandamide ha indotto la morte cellulare nelle cellule della granulosa. Gli autori hanno concluso che il sistema endocannabinoide è cruciale per la riproduzione femminile.
Laboratório de Bioquímica, Departamento de Ciências Biológicas, Faculdade de Farmácia da Universidade do Porto, Portogallo.
Costa L, et al. Prostaglandine Leukot Essent Acidi grassi. 2021;171:102311.

Scienza/Animale: Il CBD attenua i deficit cognitivi indotti dall'esposizione precoce all'alcol
In uno studio su giovani topi il CBD ha dimostrato di "contrastare i danni cognitivi e la neuroinfiammazione causati dall'esposizione precoce all'alcol". ”
Dipartimento di Scienze Sperimentali e della Salute, Universitat Pompeu Fabra, Barcellona, Spagna.
García-Baos A, et al. Biomed Pharmacother. 2021;141:111813.

Scienza/Cellule: Il CBD interagisce con i farmaci antidepressivi
Il CBD (cannabidiolo) viene metabolizzato nel fegato usando enzimi simili a quelli dei farmaci antidepressivi comunemente usati. Il CBD ha influenzato minimamente il metabolismo di sertralina, fluoxetina e mirtazapina nelle cellule. Tuttavia, il CBD ha inibito significativamente il metabolismo di citalopram ed escitalopram da parte degli enzimi CYP3A4 e CYP2C19. Questo può essere di rilevanza clinica.
Scuola di Psicologia, Facoltà di Scienze, The University of Sydney, Sydney, Australia.
Che
Anderson LL, et al. J Clin Psychopharmacol. 2021 Jun 11. [in stampa].

Scienza/Umana: Un inibitore MAGL non è stato efficace nel trattamento della sindrome di Tourette in uno studio clinico
In uno studio randomizzato controllato con placebo di 12 settimane su 49 adulti con sindrome di Tourette, un inibitore sintetico del MAGL chiamato Lu AG06466 non ha avuto effetti significativi sulla gravità dei sintomi. Il MAGL (monoacilglicerolo lipasi) è un enzima, che è principalmente responsabile della degradazione dell'endocannabinoide 2-AG (2-arachidonoilglicerolo). Gli inibitori della MAGL aumentano quindi le concentrazioni di 2-AG.
Dipartimento di psichiatria, psichiatria sociale e psicoterapia, Hannover Medical School, Germania.
Müller-Vahl KR, et al. Mov Disord. 2021 Jun 12. [in stampa].

Scienza: Indagine sulla degradazione di CBD e THC nella resina di cannabis a varie temperature
Il tasso di trasformazione del CBD e del THC aumenta con l'aumentare della temperatura nella resina di cannabis essiccata. Il pH ottimale era compreso tra 4 e 6.
Centro di ricerca sui cosmetici e i prodotti naturali, Facoltà di Scienze Farmaceutiche, Università Naresuan, Phitsanulok, Thailandia.
Jaidee W, et al. Cannabis Cannabinoid Res. 2021 Jun 4. [in stampa]

Scienza/Umana: 15 anni di esperienza nell'uso medico del Sativex
Un'analisi di 38 studi con il Sativex in diverse malattie (sclerosi multipla, dolore neuropatico, dolore cronico, dolore da artrite reumatoide) ha rivelato che il farmaco ha un "profilo di sicurezza complessivamente accettabile".
Jefe del Servicio de Neurología/Neurology Service Head, Hospital Clínico Universitario , Santiago de Compostela, Spagna.
Prieto González JM, et al. Expert Rev Neurother. 2021 Jun 7. [in stampa].

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online 2020

Tutte le informazioni sugli eventi online dell'IACM, compresi i video gratuiti dei webinar con sottotitoli in italiano, si possono trovare qui.

Conferenza IACM 2021

La 12a conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina si terrà online dal 14 al 16 ottobre 2021. La registrazione è gratuita.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.