[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 16 Aprile 2021

Scienza/Umana: L'uso di cannabis ha ridotto l'incidenza di overdose non fatali da oppioidi tra i pazienti in un programma di metadone

Secondo un'indagine dei ricercatori dell'Università di Washington a Seattle, USA, i pazienti che partecipano al trattamento di mantenimento con metadone (MMT) hanno sperimentato tassi più bassi di overdose da oppioidi non fatali se hanno usato cannabis. I ricercatori hanno selezionato un campione conveniente di individui iscritti in quattro cliniche MMT nello Stato di Washington e nel New England meridionale che hanno completato un sondaggio una tantum.

Di 446 partecipanti, il 35% (n = 156) ha riferito un uso frequente di cannabis e il 7% ha riferito un'overdose non fatale di oppioidi nell'ultimo anno. La prevalenza dell'overdose non fatale di oppioidi era del 3% fra coloro che riferivano un uso frequente di cannabis, e del 9% fra coloro che riferivano un uso infrequente/non uso. Gli autori concludono che "tra gli individui iscritti alla MMT, l'uso frequente di cannabis nell'ultimo mese era associato con un minor numero di overdose da oppioidi non fatali auto dichiarate nell'ultimo anno. I limiti metodologici mettono in guardia contro l'interpretazione causale di questa relazione".

Bryson WC, Morasco BJ, Cotton BP, Thielke SM. Cannabis Use and Nonfatal Opioid Overdose among Patients Enrolled in Methadone Maintenance Treatment. Subst Use Misuse. 2021;56(5):697-703.

Scienza/Umana: La cannabis può essere utile nello svuotamento gastrico ritardato

I pazienti con una diagnosi di gastroparesi (svuotamento gastrico ritardato), che usano cannabis, hanno una ridotta mortalità ospedaliera rispetto ai non consumatori. I ricercatori del Brigham and Women's Hospital della Harvard Medical School di Boston, USA, hanno usato un ampio database di 1.473.363 pazienti con gastroparesi, dei quali il 2.3% aveva un concomitante disturbo da uso di cannabis.

Controllando i fattori confondenti, la lunghezza del soggiorno in ospedale e la mortalità ospedaliera erano significativamente diminuite per i pazienti con gastroparesi e uso di cannabis. Gli autori hanno concluso che "mentre i pazienti con gastroparesi e disturbo da uso di cannabis erano più giovani, con uno status socioeconomico più basso, e sproporzionatamente colpiti da diagnosi psichiatriche, questi pazienti avevano migliori risultati di ospedalizzazione, compresa una minore durata della degenza e una migliore mortalità in ospedale."

McCarty TR, Chouairi F, Hathorn KE, Chan WW, Thompson CC. Trends and Socioeconomic Health Outcomes of Cannabis Use Among Patients With Gastroparesis: A United States Nationwide Inpatient Sample Analysis. J Clin Gastroenterol. 2021 Mar 12. [in stampa].

USA: New York e New Mexico legalizzano l'uso di cannabis per gli adulti, la Virginia vuole seguire

Il 31 marzo il governatore di New York Andrew Cuomo ha firmato una legge per legalizzare l'uso adulto della cannabis, rendendolo il 15° stato USA a permettere l'uso ricreativo della droga. Cuomo ha detto che la legge, che è stata approvata dall'Assemblea dello stato alla fine del 30 marzo, avrebbe anche fatto tabula rasa per molte persone precedentemente accusate di crimini legati alla cannabis. "La legge crea l'espulsione automatica delle precedenti condanne per marijuana che ora sarebbero legali", ha scritto Cuomo su Twitter, annunciando che aveva appena firmato la legislazione. "Questo è un giorno storico". Cuomo ha aggiunto che si prevede che la legislazione creerà da 30.000 a 60.000 nuovi posti di lavoro e 350 milioni di dollari di tasse annuali.

All'inizio del 31 marzo, il governatore della Virginia Ralph Northam ha proposto di anticipare la legalizzazione del semplice possesso di cannabis a luglio piuttosto che aspettare fino al 2024. Northam ha detto che le disparità razziali nel perseguimento dei crimini legati alla cannabis lo hanno spinto ad accelerare il calendario.

Anche nel Nuovo Messico due disegni di legge per legalizzare l'uso della cannabis per gli adulti dai 21 anni in su e per espungere i precedenti di arresti e condanne per alcuni reati legati alla cannabis sono passati nella legislatura e attendono la firma del governatore Michelle Lujan Grisham, che ha lodato i disegni di legge, dicendo che essi sosterrebbero l'economia e aiuterebbero coloro che sono stati danneggiati dalla "fallita guerra alla droga del paese".

Reuters del 31 marzo 2021
UPI del 31 marzo 2021
CCN del 1° aprile 2021

Scienza/Umana: Il trattamento a lungo termine con cannabis del dolore cronico ha portato a risultati migliori rispetto al trattamento convenzionale

In uno studio osservazionale condotto da ricercatori del McLean Hospital di Belmont, USA, su 37 pazienti con dolore la cannabis ha portato a un miglioramento di diversi sintomi. I partecipanti sono stati valutati prima, 3 e 6 mesi dopo aver iniziato il trattamento con cannabis. Sono stati confrontati con 9 pazienti che non avevano iniziato il trattamento con cannabis.

Rispetto al basale, dopo 3 e 6 mesi di trattamento, i pazienti con cannabis hanno mostrato miglioramenti nel dolore che sono stati accompagnati da un miglioramento del sonno, dell'umore, dell'ansia e della qualità della vita, e un uso stabile dei farmaci convenzionali. Gli autori hanno scritto che i "risultati suggeriscono in generale che una maggiore esposizione al THC era legata al miglioramento del dolore, mentre una maggiore esposizione al CBD era legata al miglioramento dell'umore. (...) Le analisi pilota hanno rivelato che i pazienti in trattamento ordinario non dimostrano lo stesso modello di miglioramento".

Gruber SA, Smith RT, Dahlgren MK, Lambros AM, Sagar KA. No pain, all gain? Interim analyses from a longitudinal, observational study examining the impact of medical cannabis treatment on chronic pain and related symptoms. Exp Clin Psychopharmacol. 2021 Mar 25. [in stampa].

Scienza/Umana: Molti pazienti con malattia infiammatoria intestinale usano cannabis

Circa la metà dei partecipanti a un sondaggio tra i pazienti che soffrono di malattia infiammatoria intestinale condotto in Nuova Zelanda ha riferito l'uso di cannabis. I partecipanti sono stati reclutati dai ricercatori della Dunedin School of Medicine dell'Università di Otago, Nuova Zelanda, tramite posta e risorse online. In totale, 378 partecipanti hanno completato il questionario, di cui 334 hanno potuto essere valutati. Il 61% degli intervistati aveva la malattia di Crohn e il 34% la colite ulcerosa.

Complessivamente, il 51% degli intervistati ha riferito di aver mai usato cannabis. Di questi, il 63% ha riferito l'uso a scopo ricreativo e il 31% per la riduzione dei sintomi. I sintomi che più sono stati segnalati come migliorati dall'uso di cannabis erano dolore addominale/crampi, nausea/vomito e perdita di appetito. Il 54% dei partecipanti ha riferito che se la cannabis fosse legale, la chiederebbe per uso medico per aiutare a gestire i loro sintomi.

Appleton K, Whittaker E, Cohen Z, Rhodes HM, Dunn C, Murphy S, Gaastra M, Galletly A, Dougherty S, Haren A, Sukumaran N, Aluzaite K, Dockerty JD, Turner RM, Schultz M. Attitudes towards and use of cannabis in New Zealand patients with inflammatory bowel disease: an exploratory study. N Z Med J. 2021;134(1530):38-47.

India: Lo stato indiano Himachal Pradesh vuole legalizzare la cannabis per uso medico e industriale

L'Himachal Pradesh, un piccolo stato di montagna nel nord dell'India, vuole generare entrate per lo stato intraprendendo la coltivazione controllata di cannabis. In una riunione sul bilancio statale, il primo ministro dello stato Jai Ram Thakur ha annunciato che la cannabis prodotta nello stato è di alta qualità, e che c'è un enorme potenziale per intraprendere la sua coltivazione controllata.

Mentre questo annuncio è una mossa gradita considerando anni di lotta politica in India per la legalizzazione della cannabis, la mancanza di leggi complete e il tabù culturale intorno alla cannabis potrebbero essere gli ostacoli immediati. "L'estratto di cannabis è usato nella produzione di medicine per il trattamento del cancro e dell'Alzheimer", ha detto Sunder Singh Thakur, un legislatore del distretto statale di Kullu. Egli ha sostenuto la legalizzazione della cannabis nello stato per molti anni. "Genererà opportunità di lavoro. Lo stato ne ha bisogno ora più che mai a causa della perdita di lavoro dovuta alla pandemia".

The Tennessee Tribune dell'8 aprile 2021

Notizie in breve

Francia: Lancio di uno studio di 2 anni con la cannabis medica
Il governo francese ha lanciato un esperimento di due anni su scala nazionale con la cannabis nella prospettiva di una possibile legalizzazione per uso medico.
ABC News del 26 marzo 2021

Regno Unito: 20.000 pazienti hanno una carta della cannabis che evita l'arresto
Quasi 20.000 persone con condizioni come la sclerosi multipla e l'artrite stanno usando una "cannabis card" che permette loro di sfuggire all'arresto se vengono fermati dalla polizia. Gli organizzatori dello schema dicono che il 96 per cento dei titolari di carta sorpresi con la cannabis sono stati autorizzati a tenere la droga e ad andare avanti per la loro strada anche se non hanno una prescrizione.
The Times del 23 marzo 2021

Scienza/Cellule: Gli effetti anticancro del CBD e del THC sulle cellule di glioblastoma coinvolgono il recettore GPR55
Gli effetti anticancro del CBD e del THC sulle cellule di glioblastoma sono stati aboliti bloccando il recettore GPR55. Gli autori hanno concluso che questo conferma "una partecipazione del GPR55 e suggerisce il suo coinvolgimento nella modifica del ciclo cellulare" di queste cellule di cancro al cervello.
Dipartimento di Anatomia e Biologia Cellulare, Facoltà di Medicina dell'Università Martin-Luther di Halle-Wittenberg, Germania.
Kolbe MR, et al. Cancers (Basel). 2021;13(5):1064.

Scienza/Umana: Gli effetti del CBD su stress e ansia sono influenzati dall'aspettativa
In uno studio controllato con placebo su 43 adulti sani, che hanno ricevuto olio di semi di canapa senza CBD in due occasioni i fattori legati all'aspettativa sono stati implicati negli effetti ansiolitici del CBD per coloro che lo ritengono utile per tali scopi. In un'occasione ai partecipanti è stato detto che l'olio conteneva CBD e nell'altra sessione che era senza CBD. Gli autori hanno scritto che "nel complesso, non ci sono stati cambiamenti sistematici nello stress soggettivo, o nell'ansia, secondo la condizione di aspettativa. Tuttavia, i partecipanti che hanno sostenuto forti convinzioni a priori che il CBD ha proprietà ansiolitiche hanno riportato un'ansia significativamente diminuita nella condizione di aspettativa del CBD".
Dalhousie University, Life Sciences Centre, Halifax, Canada.
Spinella TC, et al. Psychopharmacology (Berl). 2021 Apr 4.[in stampa].

Scienza/Cellule: Il CBD e la cannabivarina possono essere utili nella neurodegenerazione post-Covid-19
I ricercatori hanno scoperto che "il cannabidiolo (CBD) e la cannabivarina (CVN) ottenuti dalla Cannabis possono legarsi alle proteine del sistema nervoso centrale (SNC) legate ai sintomi post-Covid e downregolarle, il che può essere utile nella strategia di trattamento dei sintomi post-Covid".
Dipartimento di Botanica, Università del Nord Bengala, Siliguri, India.
Sarkar I, et al. J Biomol Struct Dyn. 2021:1-10.

Scienza/Animale: Il numero di recettori dei cannabinoidi aumenta nella sindrome dell'intestino irritabile dopo il trattamento con una dieta chetogenica
I ricercatori hanno studiato le basi dell'efficacia della dieta chetogenica nella sindrome dell'intestino irritabile. Hanno trovato che il numero di recettori CB1 e CB2 aumenta nell'intestino e suggeriscono che questo supporta una "possibile protezione mediata dai cannabinoidi".
Istituto Nazionale di Gastroenterologia, Ospedale di Ricerca "S. de Bellis", Castellana Grotte, Italia.
Gigante I, et al. Int J Mol Sci. 2021;22(6):2880.

Scienza: La polvere di CBD è più stabile di una soluzione oleosa di CBD
In uno studio che confronta la stabilità del CBD in una soluzione oleosa o come polvere in diverse condizioni di temperatura e umidità, il CBD è risultato più stabile come polvere.
Istituto di processi chimici Fondamenti del CAS v.v.i., Praga, Repubblica Ceca.
Kosović E, et al. Pharmaceutics. 2021;13(3):412.

Scienza: L'autismo è associato a un sistema endocannabinoide disregolato
In una revisione gli autori riassumono le conoscenze sulla probabilità che l'acetaminofene possa aumentare il rischio di autismo nei bambini e che l'autismo sia associato ad un basso tono endocannabinoide come indicato da bassi livelli di endocannabinoidi.
Centro di Neuroscienze Biomediche, Università del Texas, San Antonio, USA.
Schultz S, et al. Molecules. 2021;26(7):1845.

Scienza: Una combinazione di CBD e terpeni era efficace contro un ceppo di coronavirus
Una combinazione di CBD e dei terpeni beta cariofillene, eucaliptolo e citrale si è dimostrata efficace contro un ceppo di coronavirus in cellule polmonari umane.
Eybna Technologies Ltd., Givat Hen, Israele.
Chatow L, et al. Life (Basel). 2021;11(4):290.

Scienza/Cellule: Gli endocannabinoidi possono essere efficaci nei tumori della laringe
Gli endocannabinoidi anandamide e 2-AG (2-arachidonoilglicerolo) hanno mostrato effetti antiproliferativi nelle cellule del cancro della laringe.
Dipartimento di ORL, Facoltà di Medicina, Atilim University, Ankara, Turchia.
Önay Ö, et al. Cell Tissue Bank. 2021 Apr 2. [in stampa].

Scienza/Umana: Il trattamento con CBD può diventare efficace nella sindrome di Lennox-Gastaut dopo circa una settimana
Secondo i dati di due studi clinici controllati il trattamento con CBD nella sindrome di Lennox-Gastaut ha portato a una riduzione delle crisi durante il periodo di titolazione in modo significativo il giorno 6.
Università di Cincinnati Medical Center, USA.
Privitera M, et al. Epilepsia. 2021 Apr 2. [in stampa].

Scienza/Umana: L'uso di cannabis nell'adolescenza ha potenziali effetti negativi sul funzionamento accademico
Secondo un'analisi dei dati di 3 studi longitudinali con 3762 gemelli "l'uso di cannabis nell'adolescenza ha effetti potenzialmente causali e deleteri sul funzionamento accademico degli adolescenti e sui risultati socioeconomici dei giovani adulti, nonostante poche prove suggeriscano una forte influenza causale sulla salute mentale o sulle capacità cognitive degli adulti".
Istituto di sviluppo infantile, Università del Minnesota, Minneapolis, USA.
Schaefer JD, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 2021;118(14):e2013180118.

Scienza/Umana: Alte dosi di cannabis possono creare un'”assenza di confini oceanici” simile alla psilocibina
"I dati auto-riferiti suggeriscono che alte dosi di cannabis possono creare effetti soggettivi paragonabili a quelli identificati negli studi sulla psilocibina che precedono il sollievo dal dolore legato al cancro, dalla depressione resistente al trattamento, dai problemi di alcol e dalla dipendenza da sigarette. (...) Questo lavoro potrebbe anche sostenere lo sviluppo di una psicoterapia assistita dalla cannabis paragonabile alla psicoterapia assistita dalla psilocibina".
Dipartimento di Psicologia, Università di Albany, USA.
Earleywine M, et al. J Psychopharmacol. 2021:269881121997099.

Scienza/Umana: La farmacocinetica della cannabis inalata è influenzata dal modo di inalazione
Allo scopo di una somministrazione ottimale di THC gli investigatori usano diversi ritmi di inalazione e suggeriscono un protocollo in cui i pazienti inalano per 4 secondi e trattengono il respiro per 10 secondi dopo.
Scuola di Ingegneria Chimica, Oklahoma State University, USA.
Zhao J, et al. Comput Biol Med. 2021;132:104333.

Scienza/Animale: THC e CBD possono essere usati in sicurezza nei gatti
In uno studio su 20 gatti adulti sani i ricercatori hanno trovato che dopo la somministrazione di oli contenenti CBD, THC o una combinazione di THC e CBD gli eventi avversi erano lievi e transitori.
Canopy Animal Health, Ricerca e Sviluppo, Canopy Growth Corporation, Smith Falls, Canada.
Kulpa JE, et al. J Feline Med Surg. 2021:1098612X211004215.

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Eventi online 2020

Tutte le informazioni sugli eventi online dell'IACM, compresi i video gratuiti dei webinar con sottotitoli in italiano, si possono trovare qui.

Conferenza IACM 2022

La 12a conferenza IACM sui cannabinoidi in medicina sarà posticipata all'autunno 2022 e si terrà come evento ibrido in Svizzera e online.

Members only

Regular members can sign up for the new member area of the IACM to access exclusive content.

You need to become a regular member of the IACM to access the new member area.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.