[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 26 Agosto 2019

Scienza/Umana: L'uso di cannabis nell'adolescenza non è associato a cambiamenti strutturali nel cervello età adulta

Secondo un ampio studio longitudinale “l'uso di cannabis nell'adolescente non è associato a differenze strutturali cerebrali nell'età adulta.” I dati per la ricerca del Dipartimento di Psicologia dell'Arizona La State University di Tempe, negli Stati Uniti, provenivano dal Pittsburgh youth study, uno studio longitudinale su 1000 ragazzi. I ragazzi hanno completato auto-rapporti sul consumo di cannabis ogni anno dai 13 ai 19 anni. Un sottoinsieme di 181 ragazzi è stao sottoposto a neuroimaging strutturale in età adulta, quando avevano tra i 30-36 anni media.
I ricercatori hanno identificato quattro tipi di consumatori adolescenti di cannabis: non utilizzatori / utenti rari, persone che hanno smesso, persone che hanno incrementato e utenti con uso cronico relativamente frequente. Gli autori hanno studiato 14 regioni cerebrali e hanno concluso che i ragazzi in diversi sottogruppi "non differivano sulla struttura del cervello adulto in nessuna regione di interesse sottocorticale o corticale."

Meier MH, Schriber RA, Beardslee J, Hanson J, Pardini D. Associations between adolescent cannabis use frequency and adult brain structure: A prospective study of boys followed to adulthood. Drug Alcohol Depend. 2019 Jul 19;202:191-199.[in press]

Scienza/Umana: L'uso di cannabis ha ridotto il rischio di cancro nei pazienti con malattia di Crohn

In uno studio su 6002 pazienti con morbo di Crohn e 1481 pazienti con colite ulcerosa, l'uso di cannabis era associato a un rischio inferiore per lo sviluppo di carcinoma del colon-retto, anemia e necessità ricovero in ospedale. Tuttavia, alcuni altri risultati sulla salute erano associati negativamente al consumo di cannabis e gli effetti sulla colite ulcerosa erano meno pronunciati. Questo è il risultato di un'indagine svolta all' Atlanta VA Medical Center a Decatur, Stati Uniti. Gli scienziati hanno utilizzato i set di dati del Nationwide Inpatient Sample (2010-2014) per identificare gli adulti con la malattia di Crohn e i ricoveri per colite ulcerosa.

Nei 6.002 pazienti con malattia di Crohn (CD) c'erano 2.999 consumatori di cannabis e nei 1.481 pazienti con colite ulcerosa (UC) c'erano 742 consumatori di cannabis. Nei pazienti con CD, la prevalenza di il cancro del colon-retto è stata dello 0,3% nei consumatori di cannabis e dell'1,2% nei non consumatori. La malattia fistolizzante attiva o la formazione di ascessi intraaddominali era più elevata nei consumatori di cannabis (9% vs. 6%). La degenza media in ospedale era più breve (4,2 contro 5,0 giorni) con meno spese ospedaliere nei consumatori di cannabis. Nei pazienti con CU, i consumatori di cannabis hanno dovuto affrontare con maggior frequenza disturbi da fluidi ed elettroliti (45% vs. 30%) e ipovolemia (2,7% vs. <11), ma con frequenza relativamente inferiore di infezioni postoperatorie (<11 vs. 3,4%).

Desai R, Patel U, Goyal H, Rimu AH, Zalavadia D, Bansal P, Shah N. In-hospital outcomes of inflammatory bowel disease in cannabis users: a nationwide propensity-matched analysis in the United States. Ann Transl Med. 2019;7(12):252.

Stati Uniti: Gli Stati vogliono che la cannabis diventi più verde man mano che la cannabis legale si espande

Mentre più stati legalizzano la cannabis ricreativa e medica, si sta affrontando la realtà che la produzione di cannabis comporta l'utilizzo di enormi quantità di pesticidi, energia e acqua, mentre si generano tonnellate di rifiuti di impianti e imballaggi. Il risultato è un mosaico di leggi su aria, acqua, pesticidi e rifiutiper l'industria in dozzine di stati, anche se la sostanza rimane illegale al livello federale.

Stati come il Michigan, dove la Marijuana Regulatory Agency inizierà ad accettare le licenze commerciali in Novembre, hanno adottato norme su questioni come acque reflue industriali, risorse idriche e gestione della terra per i coltivatori di cannabis. L'Illinois, che quest'anno ha legalizzato la cannabis ricreativa, prenderà in considerazione la pianificazione ambientale - compresi gli sforzi di conservazione ed efficienza. Il Colorado sta modificando alcuni elementi delle sue leggi ambientali e dei regolamenti di sostenibilità dopo essere diventato il primo stato a consentire l'uso ricreativo di cannabis nel 2014.

Bloomberg Environment del 19 luglio 2019

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è associato a livelli ridotti di insulina a digiuno nelle persone obese

I livelli di insulina a digiuno e la resistenza all'insulina sono stati ridotti dall'uso di cannabis negli adulti obesi con elevata resistenza all'insulina. Questo è il risultato di uno studio condotto su 65.209 individui obesi condotto da ricercatori del National Public Health Institute del Quebec, in Canada. Per misurare l'insulino-resistenza hanno usato HOMA-IR (valutazione del modello omeostatico della resistenza all'insulina). Gli scienziati hanno usato dati del National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), un programma di ricerca progettato per valutare lo stato di salute e nutrizione delle persone negli Stati Uniti con dati dal 2009 al 2016.

Dai loro risultati hanno concluso che l'uso di cannabis era associato a livelli ridotti di insulina a digiuno e punteggio HOMA-IR negli adulti obesi negli Stati Uniti con HOMA-IR superiore a 2,13, ma non in quelli con HOMA-IR inferiore a 2,13 o superiore a 5,72. "L'impatto del consumo di marijuana è maggiore dopo un lungo periodo di esposizione ed è indipendente dall'IMC ", hanno scritto. L'indice di massa corporea è una misura dell'obesità.

Ngueta G. Impact of lifetime marijuana use on fasting plasma insulin levels and HOMA-IR score in obese adults with and without insulin resistance. Acta Diabetol. 2019 Jul 31. [in press]

Notizie in breve

Israele: I pazienti affermano che le imminenti normative sulla cannabis medica peggioreranno la loro situazione
L'Israeli Medical Cannabis Unit sta lavorando in questi giorni per attuare nuove normative nel campo della cannabis medica, ma molti pazienti affermano che questi regolamenti stanno danneggiando il loro accesso a un livello ottimale delle cure mediche con cannabis. I prodotti a base di cannabis medica dovrebbero essere distribuiti attraverso le farmacie secondo le nuove normative, ma le farmacie non hanno la disponibilità di tali prodotti in tutto il paese. Le nuove normative stanno inoltre causando un aumento dei prezzi della cannabis terapeutica per la maggior parte dei pazienti.

HATSINOR di Channel 13

Europa: Il panel EURopeo sostiene il farmaco a bse di cannabis della GW Pharma per l'epilessia
L'estratto di CBD della GW Pharmaceuticals Epidyolex ha vinto una raccomandazione positiva per l'approvazione alla commercializzazione da parte del panel dell'Agenzia EURopea per i medicinali (EMA) in caso di uso come trattamento aggiuntivo per due tipi di convulsioni. Il comitato per i medicinali per uso umano dell'EMA (CHMP) ha autorizzato il cannabidiolo per via orale in aggiunta all'uso con clobazam per il trattamento delle convulsioni associate alla sindrome di Lennox - Gastaut o Dravet per pazienti di età pari o superiore a due anni. Le approvazioni finali spettano alla Commissione EURopea.

Reuters del 26 luglio 2019

Thailandia: La cannabis tra le massime priorità per il nuovo governo thailandese
Lo sviluppo di un'industria di cannabis terapeutica è tra le principali priorità politiche per il nuovo governo thailandese, secondo un documento rilasciato prima dell'annuncio ufficiale.

Reuters del 22 luglio 2019

Regno Unito: Il governo potrebbe sul lungo termine legalizzare la cannabis
I membri senior della squadra di Boris Johnson vogliono legalizzare la cannabis. Un gruppo interpartitico di I parlamentari ha dichiarato che il Regno Unito potrebbe legalizzare l'uso ricreativo di cannabis entro cinque anni dopo una visita in Canada per rendersi conto della realtà locale.

Buzzfeed di 31 Luglio 2019

Grizzle del 29 luglio 2019

Stati Uniti: Il Governatore Cuomo firma la legge che depenalizza la cannabis a New York
Il Governatore di New York Andrew Cuomo ha firmato una legislazione per depenalizzare il possesso di meno di 2 once (circa 56 g) di cannabis e ha ridotto la sanzione per possesso illegale a una multa.

UPI of 29 July 2019

Regno Unito: Prima cannabis medica per un ragazzo scozzese con epilessia
Una madre che in precedenza doveva ricorrere all'importazione illegale di olio di cannabis per curare l'epilessia del figlio è diventata la prima persona in Scozia a poter procurarsi il farmaco legalmente.

The National of 22 July 2019

Paesi Bassi: I Paesi Bassi aumenteranno le esportazioni di cannabis in Germania di 1.000 chilogrammi all'anno
l ministro della Sanità dei Paesi Bassi ha informato il parlamento olandese che le esportazioni di fiore di cannabis medica in Germania aumenterà quest'anno. Nella lettera, datata 12 luglio, il ministro ha spiegato che la richiesta di aumento è arrivata dalla sua controparte tedesca, che ha chiesto un aumento nel volume annuale di fiori di cannabis medica spediti dai Paesi Bassi alla Germania dagli attuali 1.500 chilogrammi a 2.500.

Marijuana Business Daily of 19 July 2019

Scienza/Umana: La cannabis e la fisioterapia possono avere effetti additivi nella spasticità della SM
Uno studio osservazionale con 297 pazienti con SM ha mostrato che la fisioterapia può migliorare complessivamente risposta e persistenza a un trattamento con l'estratto di cannabis Sativex.
MS Center Sant'Andrea Hospital, Sapienza Università di Roma, Italia.
Grimaldi AE, et al.PLoS One. 2019;14(7):e0219670.

Scienza/Cellule: Il cannabicromene è un agonista del recettore CB2
Una ricerca su cellule mostra che il cannabicromene (CBC) è un agonista del recettore CB2. Gli autori lo hanno scritto "Ila CBC può contribuire alla potenziale efficacia terapeutica di alcuni preparati di cannabis, potenzialmente attraverso la modulazione dell'infiammazione mediata da CB2 ".
Faculty of Medicine and Health Sciences, Macquarie University, Sydney, Australia.
Udoh M, et al. Br J Pharmacol. 2019 Aug 1.[in press]

Scienza/Animale: L'aumento degli endocannabinoidi ha effetti significativi sull'infiammazione della pelle
Una ricerca su topi ha mostrato che l'inibizione della degradazione endocannabinoide da parte di diverse sostanze sintetiche ha mostrato “un effetto significativo sulla riparazione della barriera cutanea, sulla proliferazione / differenziazione epidermicae infiammazione. "
Dipartimento di Dermatologia, Università di Kiel, Germania.
Proksch E, et al. Exp Dermatol. 2019 Jul 27. [in press]

Scienza/Animale: Il CBD ha mostrato effetti positivi sulla cognizione in un modello di schizofrenia nel ratto
Nuovi dati di ricerca con un modello di schizofrenia nel ratto “supportano i benefici terapeutici del CBD nella memoria di riconoscimento e nella socievolezza (...), e forniscono informazioni sui cambiamenti neurochimici che possono alla base dei benefici terapeutici del CBD. "
School of Medicine, University of Wollongong, Australia.
Osborne AL, et al. Brain Behav mmun. 2019 Jul 19.[in press]

I cannabinoidi hanno avuto un effetto positivo sull'infiammazione in un modello di MS provocando un cambiamento nei batteri inestinali
In un modello animale di sclerosi multipla (encefalomielite autoimmune) THC e CBD hanno significativamente ridotto infiammazione con la diminuzione delle citochine pronflammatorie (interleuchina-17, interferone-gamma). Le indagini hanno anche mostrato un effetto positivo sui batteri intestinali. Gli autori hanno scritto che THC e Il CBD possono “sopprimere la neuroinfiammazione prevenendo la disbiosi microbica osservata durante l'EAE e promuovere un microbiota intestinale sano. "
Dipartimento di Patologia, Microbiologia e Immunologia. University of South Carolina School of Medicine, Columbia, Stati Uniti.
Al-Ghezi ZZ, et al. Brain Behav Immun. 2019 lug26. [in corso di stampa]

Scienza/Animale: L'attivazione del recettore CB2 ha ridotto l'allodinia causata dall'HIV
Gli studi con l'attivazione nei topi del recettore CB2 con diversi cannabinoidi sintetici hanno dimostrato che agonisti del recettore CB2 mostrano effetti antiallodinici acuti, ma non a lungo termine, sull'infezione da retrovirus dolore neuropatico indotto.
Laboratorio di neurovirologia, Dipartimento di Medicina, Università del Minnesota, Minneapolis, MN 55455, USA.
Sheng WS, et al. Pain Res Manag.2019; 2019: 1.260.353.

Scienza/Umana: Le preparazioni orali di cannabis sono sempre più utilizzate negli Stati Uniti
Le preparazioni orali di cannabis ("edibles") sono sempre più utilizzate negli Stati Uniti. La maggior parte dei partecipanti a un sondaggio con 172 persone ha riferito di aver avuto esperienze negative a causa di dosi troppo elevate. Gli autori hanno scritto: “Nonostante queste esperienze spiacevoli, la stragrande maggioranza del campione ha usato di nuovo i commestibili di cannabis, ha riferito che l'esperienza era almeno in qualche modo significativa e non ha segnalato problemi significativi associati all'esperienza ".
Dipartimento di Psicologia, Università di Stato di New York, Albany, USA.
Farmer S, et al. J Farmaci psicoattivi. 2019 lug 29: 1-8.

Scienza/Cellule: Il CBD mostra effetti anticancro nelle cellule tumorali dello stomaco nell'uomo
In uno studio con cellule di carcinoma dello stomaco umano il CBD ha mostrato diversi effetti anti-cancro tra cui induzione dell'apoptosi, una forma di morte cellulare programmata, aumentando le specie reattive dell'ossigeno.
Scuola di medicina tradizionale cinese integrata e occidentale, Binzhou Medical University, Yantai, Cina.
Zhang X, et al. Biomolecules. 2019;9(8)

Scienza/Animale: Un derivato sintetico del cannabigerolo può essere utile nella malattia di Parkinson
In un modello murino di morbo di Parkinson un derivato sintetico (VCE-003.2) del cannabinoide naturale cannabigerolo (CBG) ha mostrato effetti neuroprotettivi e gli autori hanno scritto che "questo studio apre il possibilità di favorire lo sviluppo del VCE-003.2 orale nella clinica. "
Facultad de Medicina, Universidad Complutense, Madrid, Spagna.
Burgaz S, et al. Molecules. 2019; 24 (15).

Scienza/Umana: L'uso di cannabis terapeutica non porta ad un aumento dell'abuso di oppiacei
econdo un sondaggio condotto su 1295 consumatori di cannabis terapeutica, 707 di cannabis sia medica che non medica 18.666 consumatori di cannabis non medica, c'era un rischio maggiore di sviluppare un disturbo da uso di oppiacei da prescrizione nei consumatori di cannabis non medica. Gli autori hanno scritto: "L'uso di cannabis terapeutica, tuttavia, non era associato al disturbo da uso di oppiacei da prescrizione ".
Dipartimento di medicina di famiglia e sanità pubblica, Università della California, San Diego, La Jolla, USA.
Liang D, et al. Drug Alcohol Rev. 2019 25 lug. [In stampa]

Scienza/Umana: La concentrazione del recettore CB2 è aumentata nei pazienti con sindrome da intestino irritabile
La concentrazione di recettori CB2 e alcuni recettori degli oppiacei è aumentata nella mucosa di pazienti con sindrome dell'intestino irritabile. Gli scienziati hanno scritto che la loro ricerca "suggerisce che oppiacei e i sistemi di cannabinoidi svolgono un ruolo compensativo immuno-correlato nel dolore viscerale nei pazienti con IBS."
David Geffen School of Medicine, Università della California, Los Angeles, USA.
Dothel G, et al. Neurogastroenterol Motil. 2019 23 lug: e13688.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è stato associato a esiti avversi della gravidanza nelle giovani donne
In un campione di 1206 giovani donne in gravidanza (13-22 anni), di cui il 17,5% ha usato cannabis, quelle che hanno usato la cannabis hanno un alto rischio di parto pretermine, disturbi di ipertesione in gravidanza e mortalià neonatale. Mentre il 34% delle donne, che non ha usato la cannabis, ha avuto un qualche tipo di risultato negativo, la percentaule sale a 46% per i consumatori di cannabis.
University of Colorado School of Medicine, Aurora, USA.
Rodriguez CE, et al.BJOG. 2019 Jul 23. [in press]

Scienza/Umana: Una combinazione di THC e CBD è risultata efficace nel ridurre le convulsioni nella epilessia infantile
In un piccolo studio con 7 partecipanti affetti da epilessia infantile un estratto di cannabis con un rapporto da THC a CBD da 1 a 20 ha dimostrato che tutti i pazienti hanno tollerato l'estratto fino a una dose giornaliera di 10-12 mg di CBD per chilogrammo e hanno avuto miglioramenti nella frequenza delle crisi.
Iniziativa di ricerca sui cannabinoidi del Saskatchewan, Università di Saskatchewan, Canada.
Huntsman RJ, et al. Front Neurol. 2019 Jul 3;10:716.

Scienza/Animale: Un cannabinoide sintetico era efficace in un modello animale di emicrania
In un modello di emicrania di ratto era efficace il cannabinoide sintetico WIN 55.212-2. Gli autori hanno scritto che i loro dati “sostengono l'argomento secondo cui l'attivazione dei recettori CB1 e CB2 da parte di WIN 55.212-2 potrebbe essere considerato un nuovo farmaco per l'emicrania. "Dipartimento di Neurologia, Università di Scienze Mediche di Kashan, Iran.
Vosough EM, et al. Life Sci. 2019 lug 19: 116670.

Scienza/Animale: Il CBD può migliorare il recupero dei comportamenti appresi a seguito di una lesione cerebrale
In uno studio con la somministrazione di CBD a uccelli canori, il tempo necessario per recuperare il loro specifico canto è stato ridotto dopo lesioni cerebrali. Gli autori hanno scritto che i risultati “suggeriscono che il CBD promette di migliorare la funzionalità di recupero di comportamenti complessi appresi a seguito di una lesione cerebrale ".
Dipartimento di Farmacologia e Tossicologia, ECU Brody School of Medicine, Greenville, USA.
Alalawi A, et al. Neurofarmacologia. 2019 lug 17: 107716.

Scienza/Umana: Nessuna associazione rilevante tra le leggi sulla cannabis medica e l'abuso di oppiacei
In una grande indagine condotta su 627.000 persone dal 2004 al 2014, i ricercatori hanno “trovato poche prove di un'associazione tra la promulgazione della legge sulla marijuana medica e l'uso non prescritto di oppiacei o disturbo da uso di oppiacei da prescrizione tra i consumatori di oppiacei da prescrizione. "
Mailman School of Public Health, Dipartimento di Epidemiologia, Columbia University, New York, USA.
Segura LE, et al. JAMA Netw Open.2019;2(7):e197216. [in press]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Nuovo indirizzo

La IACM si è trasferita.
Nuovo indirizzo:
Bahnhofsallee 9
32839 Steinheim

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.