[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 30 Maggio 2019

Scienza/Umana: il CBD riduce il “craving” nei soggetti con astinenza da farmaci con dipendenza da eroina secondo uno studio clinico

Il CBD in una dose di 400 o 800 mg una volta al giorno riduceva il craving nei pazienti con dipendenza da eroina secondo uno studio controllato con placebo. Dei 42 pazienti 15 hanno ricevuto un placebo, 14 hanno ricevuto 400 mg di CBD e 13 hanno ricevuto 800 mg di CBD. Lo studio ha valutato gli effetti della somministrazione CBD in acuto (1 ora, 2 ore e 24 ore), a breve termine (3 giorni consecutivi) e protratta (7 giorni dopo l'ultimo di tre giorni consecutivi di somministrazione). Lo studio è stato condotto presso il Dipartimento di Psichiatria, Dipartimento di Neuroscienze e Dipartimento di Scienze della popolazione e della salute, Icahn School of Medicine at Mount Sinai a New York, USA.

La somministrazione acuta di CBD, in contrasto con il placebo, ha ridotto significativamente sia il desiderio che l'ansia. Il CBD ha anche mostrato effetti protratti significativi su queste misure 7 giorni dopo l'ultima esposizione a breve termine (3 giorni). Inoltre il CBD ha ridotto le misure fisiologiche della frequenza cardiaca indotte dal farmaco e i livelli di cortisolo salivare. Non ci sono stati effetti significativi sulla cognizione e non ci sono stati gravi effetti collaterali.

Hurd YL, Spriggs S, Alishayev J, Winkel G, Gurgov K, Kudrich C, Oprescu AM, Salsitz E. Cannabidiol for the Reduction of Cue-Induced Craving and Anxiety in Drug-Abstinent Individuals With Heroin Use Disorder: A Double-Blind Randomized Placebo- Controlled Trial. Am J Psychiatry. 2019 May 21:appiajp201918101191. [in press]

Gurgov K, Kudrich C, Oprescu AM, Salsitz E. Cannabidiol for the Reduction of Cue-Induced Craving and Anxiety in Drug-Abstinent Individuals With Heroin Use Disorder: A Double-Blind Randomized Placebo- Controlled Trial. Am J Psychiatry. 2019 May 21:appiajp201918101191. [in press]

USA: il Nord Dakota depenalizza l'uso della cannabis per gli adulti - finora 10 stati hanno legalizzato uso di cannabis da parte degli adulti

Il Nord Dakota diventa l'undicesimo stato a legalizzare o depenalizzare l'uso ricreativo della cannabis.
Questa legislazione significa che i trasgressori per la prima volta in possesso di mezza oncia o meno di cannabis saranno multati fino a 1.000 dollari, senza prigione. Il disegno di legge ridurrà anche le pene per il possesso di maggiori quantità di cannabis. La legge entrerà in vigore dal 1 ° agosto 2019.

Al momento, l'uso medicinale della cannabis (su indicazione del medico) è legale in 33 stati. L'uso ricreativo della cannabis per adulti è legale in 10 stati: Alaska, California, Colorado, Maine, Michigan, Nevada, Oregon, Vermont, Washington e Washington D.C.

Latestly del 12 maggio 2019

Grecia: sei licenze per le aziende che coltivano cannabis

In Grecia è ancora illegale, a parte l'uso medico, usare la cannabis, ma l'industria della cannabis dovrebbe decollare dopo che il governo ha autorizzato sei licenze per le aziende a coltivare il prodotto. Sono state presentate circa 50 domande di licenza, alcune delle quali sono in fase finale di approvazione.

Il nuovo settore potrebbe creare 3.500 posti di lavoro. Con un governo di estrema sinistra e una popolazione giovanile nota per disdegnare la legge sulla cannabis, la Grecia è vista dalle aziende che investono nel futuro della cannabis come il posto perfetto per coltivare anche i clienti. "È la California EURopea", ha affermato al Waal Street Journal James Ickes, Managing partner per Devcann, una società con sede nell'Ohio che sta investendo 12 milioni di EURo (13,7 milioni di dollari) per coltivare, elaborare ed esportare la cannabis medica e industriale nel paese.

The National Herald del 13 maggio 2019

Scienza/Animale: il CBD è di moderata efficacia nel ridurre le convulsioni nei cani con epilessia secondo una sperimentazione clinica controllata

In uno studio clinico controllato, in cui 26 cani con epilessia hanno ricevuto CBD (12 cani) o un placebo (14 cani) il CBD ha ridotto la frequenza delle crisi. Lo studio è stato condotto presso il Flint Animal Cancer Center della Università del Colorado ad Aurora, USA. il CBD è stato somministrato a una dose di 2,5 mg / kg di peso corporeo in una soluzione di olio due volte al giorno per 12 settimane.

2 cani nel gruppo CBD hanno sviluppato atassia e sono stati ritirati dallo studio. Dopo altre esclusioni, nell'analisi sono stati inclusi 9 cani nel gruppo CBD e 7 nel gruppo placebo. I cani nel gruppo CBD hanno avuto una significativa (variazione mediana: 33%) riduzione della frequenza delle crisi, rispetto al gruppo placebo. Tuttavia, la percentuale di cani considerati responder al trattamento (almeno il 50% di diminuzione delle convulsioni) era simile tra i gruppi. Le concentrazioni plasmatiche di CBD erano correlate con riduzione della frequenza delle crisi.

McGrath S, Bartner LR, Rao S, Packer RA, Gustafson DL. Randomized blinded controlled clinical trial to assess the effect of oral cannabidiol administration in addition to conventional antiepileptic treatment on seizure frequency in dogs with intractable idiopathic epilepsy. J Am Vet Med Assoc. 2019;254(11):1301-1308.

Notizie in breve

Nazioni Unite: pubblicato l'elenco dei paesi votanti sullo stato della cannabis
Nel marzo 2020, le Nazioni Unite potrebbero porre fine al mezzo secolo di divieto dei medicinali a base di cannabis. Il processo iniziato nel 2016 terminerà con un voto programmato a marzo 2020. L’elenco dei 53 paesi che prenderanno parte a questa votazione storica è stato reso pubblico. L’OMS negli ultimi due anni ha avviato un processo silenzioso ma potente: una valutazione scientifica senza precedenti di cannabis, cannabinoidi e derivati della cannabis.
Knowmad Institut

Scienza/Cellule: il CBD produce effetti antitumorali sinergici con farmaci antitumorali nelle cellule cancerose del colon-retto
I ricercatori hanno scoperto che la combinazione di cannabidiolo e il TNF-related apoptosis-inducing ligand (TRAIL) produce effetti antitumorali sinergici. Il CBD migliora l'induzione di apoptosi da TRAIL, una forma di morte cellulare programmata, il che "suggerisce che il cannabidiolo è un nuovo agente per aumentare la sensibilità a TRAIL. "
Divisione di Oncologia, Dipartimento di Medicina Interna, Korea University College of Medicine, Seoul, Corea.
Kim JL, et al. Cancer (Basilea). 2019; 11 (5).

Gran Bretagna: organo consultivo sull'uso improprio di droghe per fornire un quadro sulla cannabis medica entro la fine del 2019
Il Consiglio consultivo sull'abuso di droghe (ACMD) è stato invitato a fornire uno schema quadro sulla cannabis medica entro la fine del 2019, allo scopo di avere una visione iniziale per la fine del 2020.
The Pharmaceutical Journal of 9 May 2019

Mondo: recensione sullo stato della cannabis in tutto il mondo
Il gruppo Edison ha pubblicato una revisione sullo stato della cannabis nel mondo. Dove siamo e dove stiamo andando?
Edison del 30 aprile 2019

St Kitts: la Corte Suprema stabilisce che è legale per i Rastafariani usare la cannabis
La Corte suprema dei Caraibi orientali ha stabilito che le leggi in vigore sulla droga riguardanti la cannabis violano costituzionalmente la privacy dei cittadini e i diritti di libertà religiosa. La sentenza permette legalmente per i Rastafariani di usare la cannabis per scopi religiosi. La sentenza dice che "i mezzi usati dallo Stato per trattare la cannabis pregiudicano il diritto e la libertà fondamentali… più del necessario per raggiungere l'obiettivo di proteggere la salute pubblica, l'ordine pubblico e la sicurezza pubblica."
Provvedimento della Corte suprema del 3 maggio 2019

Israele: interfaccia computerizzata per elaborare richieste per licenze all’uso di cannabis medica per i pazienti
Il ministero della salute israeliano ha istituito una nuova interfaccia computerizzata avanzata per elaborare domande per licenze all’uso di cannabis medica. Il sistema consente a un medico o a un paziente di inserire la loro richiesta e i documenti di accompagnamento. Dopo che i documenti sono elaborati e approvati, il paziente può stampare la licenza e la prescrizione e portarli direttamente in una farmacia
Jerusalem Post del 2 maggio 2019

Scienza/Animale: il THC può essere più efficace nel ridurre il dolore negli adulti rispetto agli adolescenti
In uno studio con ratti gli effetti di alleviamento del THC erano più pronunciati nei ratti adulti rispetto a ratti adolescenti. Il THC era più efficace nelle femmine rispetto ai maschi.
Dipartimento di Psicologia, Washington State University, USA.
Craft RM, et al. Exp Clin Psychopharmacol.2019 maggio 23. [in stampa]

Scienza/Animale: il THC riduce l'infiammazione in un modello di scimmia dell'infezione da HIV
Nei macachi rhesus infettati con il virus SI (virus dell'immunodeficienza scimmiesca), la somministrazione di THC ha ridotto la infiammazione intestinale.
Nektar Therapeutics, South San Francisco, Stati Uniti.
Kumar V, et al. Anteriore Immunol.2019; 10: 914.

Scienza/Umana: la legalizzazione della cannabis per uso medico negli Stati Uniti ha aumentato il consumo di cannabis nelle donne incinte
Un confronto tra 21 stati che hanno legalizzato l'uso medico della cannabis e 27 stati che non l’hanno fatto ha rivelato che il numero di donne in gravidanza in cerca di sostegno per l'uso di cannabis era notevolmente più alto negli stati con leggi sulla cannabis medica.
Dipartimento di politica sanitaria e ricerca, Weill Cornell Medicine, New York, USA.
Meinhofer A, et al. Addiction. 2019 maggio 20. [in press]

Scienza/Umana: aumento non significativo del rischio di incidenti nei conducenti sotto l'influenza della cannabis
In uno studio condotto su 3005 automobilisti feriti nella Columbia britannica, in Canada, il 14,4% è risultato positivo al test di alcol e 8,3% per THC. Non c'era alcun rischio aumentato di responsabilità in caso di incidente nei conducenti con concentrazioni ematiche di THC inferiori a 5 ng / mL e un rischio aumentato statisticamente non significativo (odds ratio di 1,74) in conducenti con una concentrazione ematica di THC di 5 ng / ml o più.
Vancouver General Hospital e l'Università della British Columbia, Vancouver, Canada.
Brubacher JR, et al. Addiction. 2019 maggio 20. [in press]

Scienza/Animale: gli effetti della memoria dei cannabinoidi possono essere ridotti dal blocco dei recettori dell'adenosina
In uno studio sulla menomazione della memoria dei topi da parte di un cannabinoide sintetico (WIN52,202-2), che attiva il recettore CB1, l’effetto è stato ridotto dal blocco del recettore A2A. Gli autori notano che questi risultati "Indicano con forza che i recettori A2AR di adenosina sono obiettivi appropriati per affrontare gli effetti collaterali di eventuali terapie che implicano l'attivazione dei recettori cannabinoidi. "
Instituto de Farmacologia e Neurociências, Faculdade de Medicina, Universidade de Lisboa, Portogallo.
Mouro FM, et al. Neuropharmacology. 2019; 155: 10-21.

Scienza/Animale: i recettori CB2 su microglia e macrofagi modulano le risposte del dolore neuropatico
Secondo i risultati di uno studio sui topi si è trovato "che i recettori CB2 su microglia e i macrofagi, ma non sui neuroni, modulano le risposte del dolore neuropatico. "
Istituto di Psichiatria Molecolare, Università di Bonn, Germania.
Nent E, et al. Sci Rep. 2019; 9 (1): 7468.

Scienza: i cannabinoidi attivano in modo differenziato i canali ionici coinvolti nella riduzione del dolore
I ricercatori hanno studiato gli effetti di diversi cannabinoidi sui canali ionici coinvolti nella riduzione del dolore e hanno scoperto che attivano in modo differenziato questi canali e "potrebbe essere possibile progettare razionalmente approcci al dolore usando cannabinoidi singoli o multipli. "
Laboratorio di immunologia e trasduzione del segnale, Chaminade University, Honolulu, USA.
Starkus J, et al. Canali (Austin). 2019 maggio 17. [in corso di stampa]

Scienza/USA: nessun effetto rilevante sui ricoveri ospedalieri dopo la legalizzazione della cannabis in Colorado
Rispetto a New York e all'Oklahoma non vi è stato alcun effetto rilevante della legalizzazione della cannabis in Colorado sui ricoveri in ospedale, durata del ricovero e costi. Incidenti automobilistici, abuso di alcol e le overdose aumentavano, mentre diminuivano i ricoveri per dolore cronico.
Università della California, San Francisco, USA.
Delling FN, et al. BMJ Open.2019; 9 (5): e027432.

Scienza/Animale: la cannabidivarina può aiutare nei deficit di memoria
In un modello murino della sindrome di Rett, che è associato a problemi di linguaggio, coordinazione e
i movimenti, il CBDV (cannabidivarina) ha dimostrato di aiutare nei deficit di memoria. Gli autori hanno concluso che il "CBDV ritarda i difetti neurologici ma questo effetto è solo transitorio."
Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita (DBSV), Università dell'Insubria, Varese, Italia.
Zamberletti E, et al. J Psychopharmacol.2019: 269.881.119.844.184.

Scienza/Animale: il THC può essere utile nei reni danneggiati a causa del diabete
In uno studio con ratti diabetici e reni danneggiati, il THC ha mostrato "effetti migliorativi dello stato redox sui soggetti danneggiati da rene diabetico e agisce anche come immunomodulatore. "
Dipartimento di Biochimica Medica, Facoltà di Medicina di Cerrahpasa, Università di Istanbul, Turchia.
Yanar K, et al. J Cell Biochem. 2019 maggio 13. [in stampa]

Scienza/Umana: molti pazienti con cancro al cervello usano cannabis
Secondo un sondaggio tra 73 pazienti con glioma, un tumore al cervello, in uno stato ove è legale
l'accesso alla cannabis, un terzo dei pazienti ha riferito di aver usato prodotti a base di cannabis dopo la loro diagnosi.
Dipartimento di salute e comportamento, H. Lee Moffitt Cancer Center e Research Institute, Tampa, Stati Uniti d'America.
Reblin M, et al. J Palliat Med. 2019 maggio 13. [in stampa]

Scienza/Animale: il CBD può ridurre il consumo di alcol
Il trattamento con CBD ha ridotto l'assunzione di alcol nei topi maschi, ma non era efficace nelle femmine. Gli autori hanno concluso che "questi risultati suggeriscono che il CBD potrebbe essere di interesse per il trattamento del binge-drinkingi e la differenza di genere può influenzare l'esito del trattamento ".
Instituto de Neurociencias, Universidad Miguel Hernández-CSIC, Spagna.
Viudez-Martínez A, et al. Addict Biol.2019: e12765.

Scienza/Animale: il THC può essere usato per trattare il dolore vulvare
Il THC ha ridotto la sensibilità tattile nella vagina e l'accumulo di mastociti. Queste cellule possono aumentare in siti allergici. Gli autori hanno scritto che "potrebbero quindi essere fornite strategie terapeutiche mirate ai mastociti come nuovi modi per gestire e trattare il dolore vulvare potenzialmente iniziato da ripetute esposizioni allergeniche ".
Dipartimento di biologia, Macalester College, Saint Paul, USA.
Boo B, et al. Int J Mol Sci. 2019; 20 (9).

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Nuovo indirizzo

La IACM si è trasferita.
Nuovo indirizzo:
Bahnhofsallee 9
32839 Steinheim

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.