[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 19 Marzo 2019

Scienza/Umana: Secondo un sondaggio la cannabis può essere un trattamento efficace dello svuotamento gastrico ritardato

Molti pazienti con gastroparesi (svuotamento gastrico ritardato) e sintomi correlati possono trarre beneficio da un trattamento con cannabis. Su 197 pazienti, che hanno compilato un questionario sui loro sintomi e sui trattamenti attuali, quasi la metà (92 partecipanti) ha riferito l'uso di cannabinoidi attuali o passati incluso THC e CBD. I medici della Sezione di Gastroenterologia del Dipartimento di Medicina della Temple University School of Medicine di Filadelfia, negli Stati Uniti, hanno chiesto ai loro pazienti se avessero sintomi di gastroparesi, tra cui nausea, vomito, bruciore di stomaco e dolore allo stomaco.
Dei 92 pazienti che usavano i cannabinoidi il 93,5% percepiva un miglioramento dei sintomi da THC e l'81,3% con CBD. I cannabinoidi sono stati usati più comunemente per mezzo di fumo (46 pazienti). I pazienti che assumevano i cannabinoidi erano più giovani (41 contro 48 anni in media) e avevano un punteggio totale più alto di gastroparesi, Cardinal Symptom Index,(3,4 contro 2,8 in media) rispetto ai pazienti senza storia di uso di cannabinoidi.

Jehangir A, Parkman HP. Cannabinoid Use in Patients With Gastroparesis and Related Disorders: Prevalence and Benefit. Am J Gastroenterol. 2019 Mar 8. [in press]

Scienza/Umana: l'uso di cannabis può aumentare la soddisfazione per l'orgasmo nelle donne

"La marijuana sembra migliorare la soddisfazione per l'orgasmo", hanno scritto i ricercatori del Dipartimento di medicina ostetrica, ginecologica e della salute femminile della Saint Louis University School of Medicine, USA, in un articolo su Sexual Medicine. Le pazienti hanno ricevuto un questionario durante la loro visita e le è stato chiesto di completarlo in modo anonimo e metterlo in una scatola chiusa dopo la loro visita.
Delle 373 partecipanti, il 34% ha riferito di aver usato cannabis prima dell'attività sessuale. La maggior parte delle donne ha riportato aumenti nel desiderio sessuale, miglioramento dell'orgasmo e diminuzione del dolore. Le donne che hanno segnalato l'uso di cannabis prima dell'attività sessuale hanno avuto 2,13 probabilità in più di riportare orgasmi soddisfacenti rispetto alle donne che non hanno segnalato l'uso di cannabis. Gli autori hanno scritto che una migliore comprensione del sistema endocannabinoide potrebbe "contribuire a portare allo sviluppo di trattamenti per la disfunzione sessuale femminile".
Lynn BK, López JD, Miller C, Thompson J, Campian EC. The Relationship between Marijuana Use Prior to Sex and Sexual Function in Women. Sex Med. 2019 Mar 1. [in press]

Scienza/Umana: I malati di cancro riportano sollievo dai sintomi con la cannabis

"I pazienti con cancro arruolati nel programma di cannabis medica del Minnesota hanno mostrato una significativa riduzione di tutti e otto i sintomi valutati entro 4 mesi dalla partecipazione al programma", hanno scritto i ricercatori del Minnesota Department of Health di St Paul e del HealthPartners Institute di Minneapolis, USA. Sono stati valutati i seguenti sintomi: ansia, mancanza di appetito, depressione, sonno disturbato, affaticamento, nausea, dolore e vomito.
Una significativa riduzione dei punteggi è stata riscontrata in tutti i sintomi confrontando i punteggi di base con il punteggio medio presentato entro i primi 4 mesi di partecipazione al programma. La percentuale di pazienti che raggiungeva il 30% o più di riduzione dei sintomi entro i primi 4 mesi di partecipazione al programma variava dal 27% (affaticamento) al 50% (vomito), con una proporzione minore sia nel raggiungimento che nel mantenimento di tali miglioramenti. Gli effetti avversi sono stati riportati in una piccola percentuale di pazienti (10,5%). Gli autori hanno concluso che "la cannabis medica era ben tollerata e alcuni pazienti hanno raggiunto livelli clinicamente significativi e duraturi di miglioramento".

Anderson SP, Zylla DM, McGriff DM, Arneson TJ. Impact of Medical Cannabis on Patient-Reported Symptoms for Patients With Cancer Enrolled in Minnesota's Medical Cannabis Program. J Oncol Pract. 2019 Mar 12 [in press]

Belgio: Una commissione parlamentare approva l'istituzione di un'agenzia per la cannabis

La commissione parlamentare per la salute ha adottato quasi all'unanimità una legge che facilita la creazione di un'agenzia per la cannabis, consentendo la produzione del farmaco per scopi medici. Secondo un disegno di legge, è previsto che la cannabis sia disponibile su prescrizione medica per i pazienti per i quali le medicine standard hanno dimostrato di essere di scarsa o nessuna utilità.
L'agenzia per la cannabis lavorerebbe sotto l'egida dell'Agenzia federale dei medicinali. Sarà autorizzata a fornire autorizzazioni per piantagioni e produttori futuri e gestirà i raccolti di cannabis. L'agenzia garantirà anche il monopolio sulle importazioni di cannabis e sulle esportazioni, in modo che il farmaco non venga utilizzato per scopi illegali. L'agenzia renderà la cannabis disponibile per i farmacisti e gli ospedali.

Brusselstimes del 27 febbraio 2019

Notizie in breve

Scienza/Umana: La cannabis può ridurre le complicanze della malattia di Crohn
In un'analisi di 43.317 pazienti affetti da malattia di Crohn dagli Stati Uniti, di cui 615 sono stati considerati consumatori di cannabis, è emerso che i consumatori di cannabis avevano meno probabilità di avere le seguenti complicanze: malattia fistolizzante attiva e ascesso intra-addominale (12% contro 16%) e colectomia (4% contro 8%), tra gli altri. Gli autori hanno concluso che "l'uso di cannabis può mitigare molte delle complicazioni ben note della malattia di Crohn tra i pazienti ospedalizzati".
John H Stroger Hospital della contea di Cook, Chicago, USA.
Mbachi C, et al. Dig Dis Sci. 2019 Mar 2 [in corso di stampa]

USA: La legalizzazione della cannabis presenta un "rischio a lungo termine" per l'industria dell'alcol
Secondo un nuovo rapporto, la legalizzazione della cannabis rappresenta un rischio per l'industria dell'alcol. Si prevede che il rischio per l'industria dell'alcol si espanderà con l'aumento dell'accettazione e del consumo di cannabis, in particolare tra i bevitori di birra e liquori ". "Anche se non è ancora diffusa, l'uso di cannabis è certamente in crescita negli stati in cui è legale e rappresenta un rischio futuro per l'industria delle bevande alcoliche", ha dichiarato Brandy Rand, presidente statunitense dell'International Wines and Spirits Record.
The Spirits Business del 22 febbraio 2019

Thailandia: Programma di amnistia per i pazienti che usano cannabis
In Tailanda ora è possibile legalmente possedere cannabis per scopi medicinali. Grazie a un programma di amnistia istituito dal governo, coloro che avevano cannabis in loro possesso per uso medico prima che la legalizzazione entrasse in vigore potranno presentare petizioni al governo per ottenere l'amnistia. Sia i cittadini thailandesi che gli stranieri hanno diritto al programma di amnistia e al possesso di cannabis medica.
Thai Law Forum del 4 marzo 2019

Australia: La maggior parte dei pazienti compra la cannabis sul mercato nero
Nonostante il governo affermi che un sistema semplificato per la cannabis medicinale ha portato a un aumento delle prescrizioni, almeno 100.000 persone si auto-medicano attraverso il mercato nero, con un rapporto maggiore di 30 a 1 rispetto all'offerta legale in Australia. Gli esperti affermano che barriere significative all'accesso legale hanno prodotto un sistema fallimentare con necessità di un ente regolatore indipendente.
ABC del 22 febbraio 2019

Bosnia: Il presidente ha annunciato di graziare una malata di SM condannata al carcere
Il presidente Kolinda Grabar-Kitarović ha annunciato che concederà la grazia a Huanita Luksetić, una paziente affetta da sclerosi multipla, le cui condizioni sono alleviate dalla cannabis. È stata condannata a 2 anni di carcere a causa dell'uso illegale di cannabis.
IndexHR del 22 febbraio 2019

Israele: Il primo ministro Netanyahu ha aperto alla legalizzazione della cannabis
In un'intervista sul notiziario Facebook del suo partito, il Likud, Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto che è allo studio la legalizzazione della cannabis .
Bloomberg del 12 marzo 2019 < / a>

Paesi Bassi: Esperimento per la legalizzazione della cannabis
Il governo ha deciso di attuare una sperimentazione di quattro anni per vedere se legalizzare la fornitura di cannabis possa essere un successo. Il primo passo è cambiare la legge per legalizzare la fornitura del farmaco. Il governo autorizzerà inoltre i coltivatori e istituirà un organismo di ricerca. Attualmente, la cannabis è disponibile in 573 coffee shop. Tuttavia, la produzione di cannabis da vendere nei negozi è ancora illegale.
Sciclonic del 6 marzo 2019

Scienza/Umana: l'uso medico della cannabis è stato associato a una minore probabilità di uso illegale di droghe negli Stati Uniti
Secondo uno studio condotto su 210 pazienti con cannabis medica e 156 consumatori di cannabis non-pazienti di età compresa tra 18 e 26 anni, l'uso medico della cannabis è stato associato a una minore probabilità di uso illegale di droghe, mentre l'uso di concentrati di cannabis porta a una maggiore probabilità di uso illegale di droghe .
Drexel University, Philadelphia, USA.
Fedorova EV, et al. Drug Alcohol Depend. 2019;198:21-27.

Scienza/Umana: La presenza di dispensari legali per la cannabis può ridurre la mortalità correlata agli oppioidi
I ricercatori hanno utilizzato i dati dei Centers for Disease Control per analizzare l'associazione tra le leggi sulla cannabis medica negli Stati Uniti e i decessi correlati agli oppioidi. A differenza dei precedenti lavori, hanno trovato solo "poche prove" che l'emanazione delle leggi sulla cannabis medica abbia ridotto i tassi di mortalità da oppioidi. Tuttavia, hanno trovato "che la presenza di un dispensario legale può ridurre le morti da oppioidi".
Lafayette College, Pennsylvania, USA.

Averett S, Smith E. Economics Bulletin, AccessEcon. 2019;39:347-357.

Scienza/Animale: Il beta-cariofillene può ridurre il dolore neuropatico associato al diabete
In un modello murino di dolore neuropatico dovuto al diabete, il beta-cariofillene, un terpene che attiva il recettore CB2, riduce il dolore, il comportamento simile alla depressione e le citochine proinfiammatorie come l'interleuchina-1-beta, il fattore di necrosi tumorale alfa e l'interleuchina 6.
Laboratorio di ricerca e sviluppo farmaceutico, Università di Guadalajara, in Messico.
Aguilar-Ávila DS, et al. J Med Food. 2019 Mar 13. [in stampa]

Scienza: Il CBD può aiutare a trasportare nanocapsule attraverso la barriera emato-encefalica nel cervello
I ricercatori hanno dimostrato che il trasporto di nanomedicine attraverso la barriera emato-encefalica nel cervello può essere notevolmente migliorato dal CBD (cannabidiolo). Hanno scritto che queste combinazioni potrebbero "rappresentare delle piattaforme di buon auspicio per la progettazione e lo sviluppo di nuove terapie per le malattie del SNC".
Dipartimento di Farmaceutica e Tecnologia Alimentare, Università Complutense, Madrid, Spagna.
Aparicio-Blanco J, et al. Mol Pharm. 2019 Mar 13. [in stampa]

Scienza/Umana: Il sistema endocannabinoide è alterato in pazienti con sindrome dell'intestino irritabile e cancro intestinale
I ricercatori hanno trovato livelli plasmatici alterati di endocannabinoidi e lipidi simili a endocannabinoidi nella sindrome dell'intestino irritabile e nel cancro del colon-retto.
Centro di ricerca Otto Loewi, Divisione di farmacologia, Università medica di Graz, Austria.
Grill M, et al. Sci Rep. 2019; 9 (1): 2358.

Scienza/Umana: l'uso di cannabis aumenta le sensazion positive e riduce l'ansia
In uno studio condotto su 183 uomini e 183 donne che rappresentano coppie eterosessuali utilizzatrici di cannabis, che hanno registrato per 30 giorni consecutivi le sensazioni immediatamente dopo l'uso di cannabis, le sensazioni positivo sono aumentate e ostilità ed ansia sono diminuite. Gli autori hanno scritto che "il miglioramento subito dopo l'uso suggerisce un meccanismo di rinforzo positivo".
Dipartimento di Psicologia e Clinical and Research Institute on Addictions, Università di Buffalo, New York, USA.
Testa M, et al. Addict Behav. 2019; 95: 64-69 .

Scienza/Umana: La perdita dei recettori CB1 nei tessuti era associata a leiomioma
Secondo un'analisi dei recettori CB1 e di altri componenti del sistema endocannabinoide in tessuti di pazienti con leiomioma, la riduzione di CB1, FAAH, GPR55 e produzione di PEA sono stati collegati alla patogenesi dei leiomiomi uterini. Un leiomioma è un tumore benigno della muscolatura liscia, che può verificarsi in qualsiasi organo, ma più spesso nell'utero.
Dipartimento di studi sul cancro e medicina molecolare, Università di Leicester, Regno Unito.
Ayakannu T, et al. Med Sci Monit Basic Res. 2019; 25: 76-87 .

Scienza/Animale: l'attivazione del recettore CB2 può impedire il danno al cuore da parte della doxorubicina
In uno studio su ratti la somministrazione di beta-cariofillene, che attiva il recettore CB2, ha protetto dagli effetti dannosi per il cuore della doxorubicina, un agente chemioterapico utilizzato per il trattamento del cancro.
College of Medicine and Health Sciences, Università degli Emirati Arabi Uniti, Al Ain, Emirati Arabi Uniti.
Meeran MFN, et al. Chem Biol Interact. 2019 Mar 2 [in corso di stampa]

Scienza/Umana: Il numero di recettori CB1 è associato alla gravità dei crampi mestruali
In uno studio con tessuto del miometrio di 78 donne, i ricercatori hanno scoperto che la gravità della dismenorrea (crampi mestruali) era associata al livello dei recettori CB1. Gli autori hanno scritto che questi "dati suggeriscono che il recettore dei cannabinoidi CB1 possa essere coinvolto nella patogenesi della dismenorrea nell'adenomiosi e potrebbe essere un potenziale bersaglio terapeutico".
Ospedale di Ostetricia e Ginecologia di Pechino, Capital Medical University, Pechino, Cina.
Shen X, et al. Reprod Sci. 2019 Mar 4 [in corso di stampa]

Scienza/Animale: La cannabis ha avuto piccoli effetti sul sonno nei ratti
La somministrazione di cannabis mediante vaporizzazione durante la fase di riposo della giornata ha prodotto un piccolo incremento del sonno. Non c'è stato alcun effetto durante la fase attiva della giornata.
Facultad de Medicina, Universidad de la República, Montevideo, Uruguay.
Mondino A, et al. Pharmacol Biochem Behav. 2019; 179: 113-123 .

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.