[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 08 Marzo 2019

Scienza/Umana: I giovani sembrano usare meno cannabis negli stati degli Stati Uniti con leggi sulla cannabis medica

Quando la cannabis medica diventa legale in uno stato americano, gli adolescenti potrebbero avere meno probabilità di usare il farmaco, come suggerisce uno studio statunitense. Anche se le leggi sulla cannabis medica e ricreativa limitano l'uso agli adulti, l'accesso per gli adulti può influenzare la facilità con cui i giovani possono ottenere il farmaco e usarlo, i ricercatori scrivono nell'American Journal of Drug and Alcohol Abuse. Per vedere in che modo la cannabis negli adolescenti varia negli stati con e senza tali leggi, i ricercatori hanno esaminato i dati dell'indagine sull'uso di sostanze raccolti da 861.082 adolescenti in 45 stati, di età compresa tra 14 e 18 anni tra il 1999 e il 2015.

Tra gli stati inclusi nello studio, 11 avevano legalizzato la cannabis per gli adulti e 18 avevano legalizzato la cannabis medica entro aprile 2015. "Facendo un aggiustamento per numerose altre politiche sull'uso di sostanze, le leggi sulla marijuana medica sono state associate a piccole riduzioni nell'uso corrente di marijuana tra gli adolescenti, con cali maggiori in alcuni sottogruppi, come i maschi e gli afroamericani e gli adolescenti ispanici, "ha affermato Rebekah Levine Coley, una ricercatrice di psicologia del Boston College, autrice principale dello studio, alla Reuters.

Reuters del 22 Febbraio 2019
Coley RL, Hawkins SS , Ghiani M, Kruzik C, Baum CF. A quasi-experimental evaluation of marijuana policies and youth marijuana use. Am J Drug Alcohol Abuse. 2019 Feb 15. [in press]

Scienza/Umana: Gli effetti medicinali della cannabis si basano principalmente sul THC e i fiori di cannabis sono i più efficaci

Secondo un'analisi di 19.910 sessioni di cannabis autosomministrate utilizzando un software per dispositivi mobili da parte di 3341 persone, è emerso che i fiori essiccati di cannabis erano i prodotti più comunemente utilizzati e generalmente associati a un maggiore sollievo dai sintomi rispetto ad altri tipi di prodotti a base di cannabis. I ricercatori dell'Università del New Mexico ad Albuquerque, negli Stati Uniti, hanno registrato il tipo di prodotti a base di cannabis, le modalità di assunzione, il ceppo di cannabis e i principali componenti (THC e CBD), l'effetto sui sintomi e gli effetti collaterali.

I pazienti hanno mostrato un miglioramento medio dei sintomi di 3,5 su una scala di 11 punti in 27 categorie di sintomi misurati. Tra le caratteristiche del prodotto, solo livelli più alti di THC sono stati associati indipendentemente con maggiore sollievo dai sintomi e prevalenza di effetti collaterali positivi e negativi. Al contrario, i livelli di CBD non erano generalmente associati a cambiamenti significativi dei sintomi o effetti collaterali sperimentati.

Stith SS, Vigil JM, Brockelman F, Keeling K, Hall B. The Association between Cannabis Product Characteristics and Symptom Relief. Sci Rep. 2019;9(1):2712.

Messico: Il divieto totale sull'uso di cannabis è incostituzionale secondo la Corte Suprema

Il possesso e l'uso personale della cannabis sono legali, secondo diverse sentenze pubblicate dalla Corte Suprema. La pubblicazione dei precedenti nella gazzetta settimanale della corte implica che sarà obbligatorio per tutti i giudici federali permettere alle persone che desiderano utilizzare la cannabis per scopi ricreativi di chiedere protezione legale per farlo.

I giudici hanno stabilito che la proibizione totale della cannabis - come stabilito dalla Legge sulla salute generale - non è una misura proporzionale per proteggere la salute e l'ordine pubblico delle persone e che la criminalizzazione della droga viola il diritto al libero sviluppo della personalità. La risoluzione della corte non obbliga i giudici a fornire protezione legale alle persone che desiderano coltivare e / o vendere cannabis.

Mexiconewsdaily of 23 February 2019

Scienza: Il lievito geneticamente modificato può produrre THC, CBD e altri cannabinoidi

Gli scienziati dell'Università della California di Berkeley hanno sviluppato lievito geneticamente modificato per produrre THC e CBD, i due ingredienti principali della cannabis. I ricercatori hanno anche ingegnerizzato il lievito per sintetizzare nuovi cannabinoidi non trovati nella pianta di cannabis. Questa scoperta suggerisce un metodo di produzione più economico ed efficiente.

"Per il consumatore, i benefici sono CBD e THC di alta qualità ea basso costo: ottieni esattamente quello che vuoi dal lievito", ha detto in un comunicato stampa Jay Keasling, professore di bioingegneria all'Università di Berkeley. "È un modo più sicuro e più rispettoso dell'ambiente per produrre cannabinoidi".

UPI of 28 February 2019
Luo X, et al. Complete biosynthesis of cannabinoids and their unnatural analogues in yeast. Nature of 27 February 2019.

Scienza/Umana: Una combinazione di CBD e PEA può ridurre la permeabilità della parete intestinale durante l'infiammazione

Uno studio controllato condotto da scienziati dell'Università di Nottingham, nel Regno Unito, ha valutato l'effetto di PEA (palmitoiletanolamide) o CBD (cannabidiolo) sull'assorbimento di lattulosio e mannitolo negli esseri umani che assumevano 600 mg di aspirina.

Nella mucosa umana, l'infiammazione diminuiva l'mRNA della claudina-5, che era stata prevenuta dal CBD. Palmitoiletanolamide e cannabidiolo prevenivano una riduzione della trascrizione indotta da infiammazione nel TRPV1 e aumento della trascrizione del PPARα. L'aspirina ha causato un aumento dell'assorbimento di lattulosio e mannitolo, che sono stati ridotti da PEA o CBD. I ricercatori hanno concluso che questi "risultati hanno implicazioni nei disturbi associati ad una maggiore permeabilità intestinale, come la malattia infiammatoria intestinale".

Couch DG, Ortori HCC, Barrett D, Lund JN, O’Sullivan SE. Palmitoylethanolamide and Cannabidiol Prevent Inflammation-induced Hyperpermeability of the Human Gut In Vitro and In Vivo—A Randomized, Placebo-controlled, Double-blind Controlled Trial. Inflammatory Bowel Diseases. 2019 Feb 19. [in press]

Notizie in breve

ONU: l'ONU rinvia una votazione sulla cannabis
Prevedibilmente, la Commissione delle Nazioni Unite sugli stupefacenti (CND) non voterà le raccomandazioni sulla cannabis dell'Organizzazione Mondiale della Sanità nella sua prossima riunione del 7 marzo a Vienna.
Forbes of 26 February 2019

USA: Conferenza clinica nazionale sulle terapie con cannabis
La tredicesima Conferenza Clinica Nazionale sulla Terapia della Cannabis si svolgerà dall'11 al 13 aprile 2019 a Tampa, in Florida.
Conference Website

Scienza/Umana: una preparazione orale della cannabis Bedrocan ha mostrato un miglioramento significativo in diverse malattie croniche
In uno studio aperto, 20 pazienti di età compresa tra 18 e 80 anni affetti da diverse condizioni mediche, che hanno ricevuto preparazioni orali di fiori di cannabis (Bedrocan) hanno mostrato una serie di miglioramenti nell'arco di 6 mesi: riduzione del dolore totale, miglioramento della vitalità, funzionamento sociale e generale Salute.
Facoltà di Medicina dell'Università di Modena e Reggio Emilia, Italia.
Palmieri B, et al. Int J Pharm Pract. 2019 Feb 15. [in press]

Scienza/Umana: CBD ed effetto su un paziente con cancro ai polmoni
Un paziente con carcinoma polmonare, che ha rifiutato il trattamento con chemioterapia e radioterapia, ha presentato una buona risposta al tumore in seguito all'autosomministrazione del cannabidiolo.
Ospedali universitari delle North Midlands (UHNM), Stoke on Trent, Regno Unito.
Sulé-Suso J, et al. SAGE Open Med Case Rep. 201921;7:2050313X19832160.

Scienza/Umana: interazioni di CBD con altri farmaci antiepilettici
L'assunzione concomitante di CBD ha avuto scarso effetto su clobazam. L'esposizione alla stiripentolo è leggermente aumentata, mentre non è stato osservato alcun effetto clinicamente rilevante sull'esposizione a valproato. Il cannabidiolo è stato moderatamente ben tollerato, con incidenza simile di eventi avversi segnalati quando co-somministrato con clobazam, stiripentolo o valproato.
GW Research Ltd, Cambridge, Regno Unito.
Morrison G, et al. Clin Pharmacol Drug Dev. 2019 Feb 21. [in press]

Scienza/Cellule: una combinazione di CBD, gamma-irradiazione e un'altra molecola era più efficace contro il glioblastoma
Le cellule di glioblastoma "hanno mostrato una sensibilità drammatica all'uccisione mediata dal CBD che è stata ulteriormente aumentata in combinazione con l'irradiazione gamma e KU60019. In conclusione, "il trattamento del GBM umano mediante la tripla combinazione (CBD, gamma-irradiazione e KU60019) potrebbe aumentare significativamente i livelli di mortalità cellulare in vitro e potenzialmente migliorare il rapporto terapeutico del GBM".
Columbia University, New York, Stati Uniti.
Ivanov VN, et al. et al. Oncotarget. 2019;10(8):825-846.

Scienza/Umana: molti giovani pazienti con sindrome dell'intestino irritabile usano la cannabis per trattare i sintomi
Secondo interviste di giovani pazienti (range: 13 a 23 anni) con sindrome dell'intestino irritabile, 15 usavano cannabis e 67 erano non-utenti. I ricercatori hanno notato che gli utenti "percepivano alcuni benefici medici", in genere il sollievo dal dolore.
Children's Hospital in Colorado e University of Colorado School of Medicine, USA.
Hoffenberg EJ, et al. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2019;68(3):348-352.

Scienza/Umana: le donne con adenomiosi hanno livelli più bassi di recettori cannabinoidi nel loro endometrio
E' stato trovato un livello ridotto di recettori CB1 e CB2 nell'endometrio di pazienti con diagnosi di adenomiosi, che secondo gli autori "suggerisce che i recettori cannabinoidi possano partecipare alla patogenesi dell'adenomiosi".
Ospedale di Ostetricia e Ginecologia di Pechino, Capital Medical University, Cina.
Shen X, et al. Biomed Res Int. 2019;2019:5468954.

Scienza/Animale: i recettori CB2 svolgono un ruolo importante nell'infiammazione
Gli scienziati hanno usato topi geneticamente modificati senza recettori CB2, recettore che svolge un ruolo importante durante la mobilizzazione acuta di alcuni globuli bianchi (neutrofili) nei siti di infiammazione. Pertanto, il recettore CB2 "potrebbe rappresentare un bersaglio terapeutico per lo sviluppo di nuovi composti anti-infiammatori per il trattamento di malattie infiammatorie umane".
Sir William Dunn School of Pathology, Università di Oxford, Regno Unito.
Kapellos TS, et al. FASEB J. 2019 Feb 25 [in press]

Scienza/Animale: l'attivazione del recettore CB2 può ridurre l'aumento della motilità dell'intestino
La ricerca con topi mostra che l'attivazione del recettore CB2 può esercitare un importante effetto inibitorio nell'ipermotilità indotta dallo stress del colon.
Dipartimento di Gastroenterologia, Ospedale Renmin dell'Università di Wuhan, Cina.
Lin M, et al. Neurogastroenterol Motil. 2019 Feb 21 [in press]

Scienza/Umana: l'uso di cannabis non ha effetti rilevanti sul cervello negli adulti
In uno studio condotto su 28 consumatori attuali di cannabis con un'età media di 70 anni e 28 non utilizzatori con un'età media di 67 anni, non vi è stato un impatto significativo sul volume complessivo della corteccia.
Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze, Università del Colorado Boulder, USA.
Thayer RE, et al. Psychiatry Res Neuroimaging. 2019;285:58-63.

Scienza/Umana: piccolo effetto del consumo di cannabis sul cervello da parte dei giovani
In uno studio condotto su 781 giovani di età compresa tra i 14 ei 22 anni c'erano associazioni limitate o limitate tra l'uso di cannabis e le misure strutturali del cervello".
Università della Pennsylvania, Philadelphia, USA.
Scott JC, et al. Neuropsychopharmacology. 2019 Feb 19. [in press]

Svizzera: il governo vuole attuare uno studio pilota per l'uso ricreativo della cannabis
La Svizzera potrebbe lasciare che fino a 5.000 persone fumino la cannabis legalmente in studi pilota per contribuire a definire nuove regole per l'uso adulto della droga, ha riferito il governo. Il gabinetto ha proposto progetti pilota limitati che potrebbero portare a modifiche sulle leggi che vietano la cannabis. Il piano sarà pubblicato per un commento pubblico fino a metà anno, ha dichiarato l'Ufficio federale della sanità.
Reuters of 28 February 2019

Scienza/Umana: può avere effetti negativi sui giovani con depressione
In uno studio condotto su 141 giovani adulti di età compresa tra 18 e 25 anni, di cui 24 affetti da grave depressione e utilizzo di cannabis, è stato dimostrato che la combinazione di cannabis e depressione maggiore può associarsi a effetti avversi additivi con riduzione dello spessore della corteccia cerebrale in un determinato regione del cervello (giro temporale medio) e nella memoria.
Dipartimento di Psichiatria, Università dell'Illinois a Chicago, USA.
Radoman M, et al. Cogn Affect Behav Neurosci. 2019 Feb 26. [in press]

Scienza/Umana: fumare la cannabis può essere un fattore di rischio per l'asma
Secondo un'indagine condotta su 2602 giovani adulti, seguiti per 13 anni, l'uso di cannabis è stato associato ad un aumentato rischio di prescrizione di farmaci per l'asma di circa il 70%. Gli autori hanno scritto che i loro risultati suggeriscono "che la cannabis è un fattore di rischio per l'asma bronchiale o l'uso di farmaci per l'asma, anche quando vengono presi in considerazione fattori di rischio noti. L'assunzione di cannabis attraverso il fumo dovrebbe essere evitata nelle persone a rischio. "
Unità consultiva nazionale norvegese in materia di abuso simultaneo di sostanze e disturbi mentali, Innlandet Hospital Trust, Norvegia.
Bramness JG, et al. BMC Pulm Med. 2019;19(1):52.

Scienza/Umana: i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile hanno maggiori probabilità di usare cannabis
Secondo un ampio sondaggio con 4.709.043 pazienti, l'uso di cannabis era associato a un doppio rischio di sindrome dell'intestino irritabile.
Dipartimento di Medicina, North Shore Medical Center, Salem, USA.
Adejumo AC, et al. EUR J Gastroenterol Hepatol. 2019 Feb 21. [in press]

Scienza/Umana: molti malati di cancro si sono trattati con cannabis
Un'analisi dei dati di 816 pazienti oncologici negli Stati Uniti ha rivelato che il 19% è risultato positivo al test del THC sui test delle urine.
Dipartimento di medicina di supporto, Moffitt Cancer Center, Tampa, USA.
Donovan KA, et al. J Palliat Med. 2019 Feb 22. [in press]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

IACM Conference 2019

The IACM Conference 2019 will be held on October 31 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.