[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 03 Settembre 2018

Europa: Il Parlamento EURopeo sta preparando una risoluzione sull'uso medico della cannabis

Il Parlamento EURopeo sta preparando una risoluzione sull'uso medico della cannabis. La bozza afferma tra l'altro che "la ricerca sulla cannabis terapeutica è stata sottofinanziata e dovrebbe essere adeguatamente trattata nell'ambito del prossimo programma quadro 9." Esso "invita gli Stati membri a incoraggiare una maggiore conoscenza tra i medici sull'uso di tali medicinali e a considerare la possibilità di lasciare interamente alla discrezione professionale dei medici la prescrizione di cannabis e di medicinali a base di cannabis a pazienti affetti da patologie pertinenti. "

Invita "la Commissione a collaborare con gli Stati membri per migliorare la parità di accesso alla cannabis terapeutica e per garantire che, ove consentito, la cannabis terapeutica sia coperta dai regimi di assicurazione malattia, come è il caso per altri medicinali; invita gli Stati membri a fornire ai pazienti una scelta sicura ed equa tra i diversi tipi di medicinali a base di cannabis, garantendo nel contempo che i pazienti siano seguiti da professionisti del settore medico durante il trattamento"

Parlamento EURopeo del 7 giugno 2018

Scienza/Umana: Compresse di cannabis riducono il dolore in uno studio osservazionale

In uno studio osservazionale con 49 partecipanti affetti da dolore cronico a cui sono state somministrate compresse di cannabis (Trokie) la terapia ha prodotto una significativa riduzione del dolore. Lo studio è stato condotto dagli studiosi della Palliative Care Corporation a Huntington Beach, negli Stati Uniti, e da altre istituzioni dei Paesi Bassi e della Spagna. Le compresse Trokie sono una formulazione standardizzata contenente estratti di cannabis adatta per fornire cannabinoidi attraverso la mucosa orale. Ai partecipanti è stato chiesto di segnalare la percezione del dolore prima e dopo da 1 a 12 settimane.

È stata osservata una riduzione media dei punteggi del dolore sulla scala tra 0 e 10 di 4.9. L'insorgenza dell'analgesia variava tipicamente tra 5 e 40 minuti, il che sembra coerente con l'assorbimento, almeno parziale, attraverso la mucosa orale. Gli eventi avversi sono stati segnalati da 16 soggetti, i più comuni sono stati vertigini / instabilità, cattivo gusto e irritazione della gola / bocca secca. Nonostante gli eventi avversi, il 90% dei partecipanti ha dichiarato di essere "soddisfatto" o "molto soddisfatto" del prodotto.

Crowley K, de Vries ST, Moreno-Sanz G. Self-Reported Effectiveness and Safety of Trokie® Lozenges: A Standardized Formulation for the Buccal Delivery of Cannabis Extracts. Front Neurosci. 2018;12:564.

Scienza/Cellule: Un nuovo meccanismo coinvolto negli effetti anti-cancro della CBD

È stato dimostrato che il CBD (cannabidiolo) inibisce il rilascio di certe strutture dalle cellule tumorali, che sono associate alla resistenza agli agenti chemioterapici e al trasferimento di fattori, che favoriscono il cancro. Le strutture sono chiamate esosomi e microvescicole (EMV). Sono strutture rilasciate dalle cellule e coinvolte nella comunicazione intercellulare attraverso il trasferimento di proteine e materiale genetico.

Scienziati della School of Human Sciences della London Metropolitan University, Regno Unito, hanno trovato questo nuovo ruolo per il CBD di potente inibitore di rilascio di esosomi e microvescicole da tre linee di cellule tumorali: carcinoma della prostata, carcinoma epatocellulare e adenocarcinoma mammario. Il CBD ha ridotto significativamente il rilascio di esosoma in tutte e tre le linee di cellule tumorali e ha anche inibito significativamente, anche se più variabilmente, il rilascio di microvescicole. Questi effetti del CBD sono risultati essere dipendenti dalla dose e specifici per tipo di cellule cancerogene. Gli investigatori hanno suggerito "che il CBD può essere usato per sensibilizzare le cellule tumorali alla chemioterapia" e "che i noti effetti anti-cancro del CBD possono essere in parte dovuti agli effetti regolatori sulla biogenesi dell'EMV".

Kosgodage US, Mould R, Henley AB, Nunn AV, Guy GW, Thomas EL, Inal JM, Bell JD, Lange S. Cannabidiol (CBD) Is a Novel Inhibitor for Exosome and Microvesicle (EMV) Release in Cancer. Front Pharmacol. 2018;9:889.

Notizie in breve

Germania: La Germania importa fino a 1,5 tonnellate di cannabis all'anno dai Paesi Bassi
Poiché la richiesta di cannabis medica è aumentata più rapidamente del previsto, il ministro della salute olandese Hugo de Jonge ha promesso al suo collega tedesco Jens Spahn di aumentare la quantità annuale esportata in Germania dai 700 kg promessi fino a 1,5 tonnellate.
Spiegel Online of 24 August 2018

Nuova Zelanda: Seconda licenza concessa per la coltivazione della cannabis
Una compagnia della costa orientale è diventata la seconda organizzazione in Nuova Zelanda a ricevere una licenza per coltivare la cannabis a scopo di ricerca per la cannabis medicinale. L'azienda Hikurang vuole diventare il centro dell'industria della cannabis medicinale. Un'università è stata la prima organizzazione a ottenere una licenza.
Radio New Zealand of 26 August 2018

I fumatori di tabacco hanno una ridotta concentrazione di recettori CB1 cerebrali
In uno studio condotto su 18 fumatori di tabacco e 28 non fumatori, il volume di distribuzione dei recettori CB1 era inferiore di circa il 20% nei soggetti fumatori di tabacco rispetto ai non fumatori.
Istituto nazionale di salute mentale, National Institutes of Health, Bethesda, USA.
Hirvonen J, et al. Biol Psychiatry. 2018 Jul 21. [in press]

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è protettivo contro i sintomi del tratto urinario inferiore
In uno studio condotto su 3037 uomini affetti da LUTS (sintomi del tratto urinario inferiore come aumento dell'urgenza della minzione e minzione incompleta) tra i 20 ei 59 anni di età il 14,4% ha riferito uso di cannabis. I consumatori regolari di cannabis avevano circa la metà delle probabilità di riportare LUTS (odds ratio di 0,55). Gli autori hanno scritto che obesità, diabete e altre malattie erano fattori di rischio per LUTS, "l'uso regolare di THC, tuttavia, sembra essere protettivo da LUTS".
Dipartimento di Chirurgia, Università di Chicago Medicine, USA.
Fantus RJ, et al. 2018 Aug 21. [in press]

Scienza/Umana: Secondo un sondaggio molti pazienti con fibromialgia traggono profitto da un trattamento con cannabis
Secondo un sondaggio tra 383 pazienti israeliani con fibromialgia l'84% usa cannabis e il 44% ha una licenza per l'utilizzo di cannabis. L'uso medio mensile era di 31,4 g e l'80% la fumava. Il sollievo dal dolore è stato segnalato dal 94% dei consumatori di cannabis e il 93% ha riportato un miglioramento della qualità del sonno. Tra gli utenti di cannabis autorizzati, il 55% ha acquistato cannabis, oltre l'autorizzazione medica, sul mercato nero. Circa due terzi (64%) lavoravano a tempo pieno o parziale e il 74% ha riferito di guidare "come al solito".
Ospedale di Nazareth e Facoltà di Medicina, Israele.
Habib G, et al. Pain Res Treat. 2018;2018:7829427.

Scienza/Cellule: Gli estratti di semi di canapa possono essere efficaci contro l'acne vulgaris
In uno studio con determinate cellule della pelle (cellule HaCaT) un estratto di esano di semi di canapa ha mostrato attività antimicrobica contro Propionibacterium acnes ed esercitato proprietà anti-infiammatorie e di promozione del collagene; h anche ridotto la produzione di grassi. Gli autori hanno concluso che questo estratto "potrebbe essere utilizzato per trattare l'acne vulgaris".
College of Medical Science, SoonChunHyang University, Asan, Korea.
Jin S, et al. PLoS One. 2018;13(8):e0202933.

Scienza/Animale: I cannabinoidi in combinazione con la chemioterapia standard possono migliorare l'esito del trattamento nel cancro al cervello
I ricercatori hanno scoperto che la somministrazione combinata di CBD e THC e il temozolomide, trattamento standard, produce un forte effetto anti-tumorale nel glioblastoma multiforme, mentre la somministrazione combinata di questi cannabinoidi insieme a BCNU, un altro agente chemioterapico utilizzato per il trattamento di questo tumore cerebrale non sembra mostrare un effetto più forte rispetto ai trattamenti singoli.
Scuola di Biologia, Università Complutense, Madrid, Spagna.
López-Valero I, et al. Biochem Pharmacol. 2018 Aug 17. [in press]

Scienza/Animale: Il CBD mostra proprietà antinfiammatorie in un modello animale di sclerosi multipla
In un modello murino di sclerosi multipla (EAE) l'uso di cannabidiolo (CBD) ha rallentato la progressione della malattia, ha ridotto l'infiltrazione di alcune cellule immunitarie (cellule T) nel sistema nervoso centrale e ridotto i livelli di citochine pro-infiammatorie (interleuchina- 17, interferone gamma). Il trattamento con CBD ha anche portato ad un aumento dei cosiddetti MDSC (cellule soppressorie derivate da mieloidi), che inibiscono la proliferazione delle cellule T. Gli autori hanno concluso che "questi studi dimostrano per la prima volta che il trattamento con CBD può migliorare l'EAE attraverso l'induzione di MDSC immunosoppressivi".
Scuola di Medicina dell'Università della Carolina del Sud, Columbia, USA.
Elliott DM, et al. Front Immunol. 2018;9:1782.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis non influenza la materia grigia del cervello nella schizofrenia
In uno studio con pazienti schizofrenici con (n = 92) e senza (n = 66) uso significativo di cannabis e/o uso di alcolici, è stato trovato che la cannabis a "non aggrava significativamente i deficit di sostanza grigia associati alla schizofrenia".
Vanderbilt University Medical Center, Nashville, Stati Uniti.
Quinn M, et al. Psychiatry Res Neuroimaging. 2018;280:9-14.

Scienza/Animale: L'attivazione del recettore periferico CB1 può migliorare i sintomi della sindrome dell'intestino irritabile
In un modello murino di diarrea, ipermotilità e dolore addominale, un agonista sintetico del recettore CB1 (AM9405) ha ridotto questi sintomi. Alcuni degli effetti sono stati mediati dai recettori 5-HT3. Gli autori hanno concluso che la combinazione dell'agonismo CB1 con l'agonismo 5-HT3 può essere promettente per il futuro trattamento dei disturbi gastrointestinali funzionali.
Facoltà di Medicina, Università Medica di Lodz, Polonia.
Salaga M, et al. EUR J Pharmacol. 2018;836:34-43.

Scienza/Cellule: Gli estratti di cannabis sono efficaci contro i batteri resistenti agli antibiotici
Gli scienziati hanno studiato le attività antimicrobiche di tre estratti vegetali, inclusi estratti dalla cannabis, contro MRSA (Staphylococcus aureus resistente alla meticillina). Hanno scoperto che gli "estratti fogliari di C. sativa, T. orientalis e P. guajava avevano il potenziale per il controllo dell'MRSA acquisito sia in ospedale che in comunità".
Saaii College of Medical Science and Technology, Chaubepur, India.
Chakraborty S, et al. J Integr Med. 2018 Jul 29. [in press]

Scienza/Animale: Come il CBD riduce il dolore neuropatico
Negli studi con ratti, il CBD ha ridotto il dolore causato da lesioni ai nervi e questo effetto è stato principalmente esercitato dall'attivazione del recettore TRPV1. L'ansia è stata ridotta dall'attivazione del recettore 5-HT1A.
Dipartimento di Psichiatria, McGill University, Montreal, Canada.
De Gregorio D, et al. Pain. 2018 Aug 27. [in press]

Scienza/Animale: L'assunzione di fibre alimentari e amido influenza il numero di recettori CB1
È noto che l'integrazione di fibre alimentari può migliorare la cognizione. I ratti sono stati nutriti con una dieta ricca di grassi, che ha indotto un aumento del numero di recettori CB1 e di altri recettori nelle regioni del cervello coinvolte nella cognizione e nell'appetito. L'aggiunta di fibre alimentari e amido ha ridotto questo effetto. Gli autori hanno scritto che "un maggiore apporto di fibre può avere effetti benefici sul miglioramento dell'apprendimento e della memoria, oltre a ridurre l'appetito eccessivo" durante una dieta ricca di grassi.
Dipartimento di biologia e immunologia dei patogeni, Xuzhou Medical University,
Yu Y, et al. Mol Nutr Food Res. 2018:e1800422.

Scienza/Umana: L'indagine genetica mostra un'influenza positiva del rischio di schizofrenia sull'uso di cannabis
Nel più ampio studio sull'intero genoma per l'uso a lungo termine della cannabis con oltre 180.000 partecipanti, i geni spiegavano l'11% del rischio di uso di cannabis. L '"analisi ha mostrato prove di un'influenza causale positiva del rischio di schizofrenia sull'uso di cannabis" e non il contrario.
Behavioral Science Institute, Radboud University, Nijmegen, Paesi Bassi.
Pasman JA, et al. Nat Neurosci. 2018 Aug 27. [in press]

Scienza/Umana: Concentrazioni ematiche di CBD dopo aver fumato sigarette con CBD
In Svizzera la cannabis con un contenuto di THC inferiore all'1% e un alto contenuto di CBD sono sempre più popolari. I ricercatori hanno analizzato le concentrazioni di THC e CBD dopo l'uso singolo e una settimana di uso quotidiano di 0,2 grammi di cannabis con concentrazioni di THC di 0,94% e 0,8% e concentrazioni di CBD del 23,5% e 17%. Dopo 4 ore, le concentrazioni di THC nel sangue hanno raggiunto 2,7 e 4,5 ng / ml dopo un uso singolo e una settimana e concentrazioni di CBD di 45,7 e 82,6 ng / mL.
Istituto di medicina legale dell'università di Basilea, Svizzera.
Meier U, et al. Forensic Sci Int. 2018;291:62-67.

Scienza/Umana: L'uso di cannabis è stato associato con meno dolore dopo la chirurgia ortopedica
In uno studio condotto su 937 pazienti sottoposti a chirurgia ortopedica, l'uso di cannabis è stato associato a una diminuzione dell'intensità del dolore nel sito operatorio e ad una migliore attività degli arti inferiori.
Istituto di riabilitazione e ortopedia dell'Università del Maryland, Baltimora, USA.
Medina SH, et al. Int Orthop. 2018 Aug 22. [in press]

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

IACM Conference 2019

 The IACM Conference 2019 will be held on October 30 - November 2, 2019, at Estrel Hotel, Berlin, Germany.

Members only

 Please click here to visit the Members Only Area with a film to honour Prof Raphael Mechoulam, 
Please click here to become a member.

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.