[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


Bollettino IACM del 22 Marzo 2014

Scienza/Umana: Polemica su due morti improvvise attribuite al consumo di cannabis

Scienziati degli Istituti di Medicina Legale dell’Università di Duesseldorf e di Francoforte ritengono che la cannabis possa causare morte improvvisa inattesa. Nella rivista Forensic Science International il Dr. Benno Hartung e colleghi hanno presentato due casi di giovani maschi che sono morti improvvisamente. Entrambi sono risultati positivi al test del THC nel sangue. Il primo era un uomo di 23 anni che è collassato durante l'utilizzo di mezzi pubblici. La concentrazione di THC nel sangue era di 5,2 ng/ml mentre quella di THC-COOH era di 12,9 ng/ml. Inoltre gli è stata trovata una cardiomiopatia dilatativa. Il secondo caso è stato un uomo di 28 anni che è stato trovato morto in casa. Le concentrazioni ematiche erano di 1,9 ng/ml per il THC e di 10,1 ng/ml per il THC-COOH. In questo caso non è stata trovata nessuna causa di morte specifica, come malattie cardiovascolari. Gli autori hanno scritto che "per quel che ne sappiamo questi sono i primi casi di sospetta intossicazione da cannabis mortale in cui tutte le indagini post-mortem (...) sono state eseguite."

I due casi hanno riscosso molto interesse nei media, ma la relazione causale tra l’uso di cannabis e le morti sono state contestate da altri esperti. In un certo numero di persone con morte improvvisa inattesa nessuna causa può essere identificata e i cardiologi parlano di "fibrillazione ventricolare idiopatica", dove per idiopatica si intende una condizione la cui causa non è nota. Frank Musshoff, professore presso l'Istituto di Medicina Legale dell'Università di Bonn e attuale presidente della Società Tedesca di Tossicologia e Chimica Forense ha dichiarato sul quotidiano "Die Zeit" che gli autori hanno "presunto come causa la cannabis" poiché non hanno trovato altre cause . Egli ha osservato che le concentrazioni di THC erano basse. È noto che il THC aumenta la frequenza cardiaca e può alterare la pressione del sangue e che può essere pericoloso per le persone con malattie cardiache. Si può prevedere che molte persone hanno del THC nel sangue, sia che vivano o che muoiano improvvisamente. Il dottor Hartung ha ammesso che queste morti sono molto rare.

Hartung B, Kauferstein S, Ritz-Timme S, Daldrup T. Sudden unexpected death under acute influence of cannabis. Forensic Sci Int 2014 Feb 14. [in stampa]

Associated Press of 26 February 2014.

Notizie in breve

Scienza/Umana: Il consumo di cannabis, sia moderato che forte, non influenza la memoria di lavoro
In uno studio di 3 anni con 22 consumatori pesanti di cannabis, 4 ex consumatori pesanti di cannabis astinenti da 3 anni e 23 non consumatori di cannabis come gruppo di controllo, gli scienziati hanno scoperto che l'uso di cannabis non cambia le funzionalità della rete della memoria di lavoro.
Dipartimento di Psicologia, Università di Amsterdam, Paesi Bassi.
Cousijn J, et al. Addict Biol 2014;19(2):282-93.

Scienza/Animale: Il CBD può migliorare la cognizione nel morbo di Alzheimer
Sono stati studiati gli effetti del CBD sul deficit di memoria in un modello murino del morbo di Alzheimer. Gli autori hanno scritto che "questo è il primo studio per indagare l'effetto del trattamento cronico con CBD sulla cognizione in un modello di topo transgenico AD. I nostri risultati suggeriscono che il CBD possa avere un potenziale terapeutico per i disturbi cognitivi specifici connessi con AD (Alzheimer Disease).
Neuroscience Research Australia, Randwick, Australia.
Cheng D, et al. Psychopharmacology (Berl). 2014 Mar 1. [in stampa]

USA: I cittadini dell'Alaska decideranno sulla legalizzazione della cannabis
Gli elettori dell’Alaska decideranno questa estate se diventeranno il terzo stato americano a legalizzare la vendita e l'uso ricreativo della cannabis per gli adulti, nell'ambito di una proposta che si è ufficialmente qualificata per un referendum a livello statale.
Reuters of 27 February 2014.

USA: La Florida e la Georgia vogliono consentire una varietà di cannabis ricca di CBD
Il Florida House Criminal Justice Committee ha votato, con esito di 11 contro 1, a favore dell’approvazione di una proposta per permettere l'uso medico di cannabidiolo (CBD), un cannabinoide non psicotropo. La Camera dei Rappresentanti della Georgia ha approvato una legislazione simile in un voto con esito di 171 contro 4.
Reuters del 4 marzo 2014.

Scienza/Animale: I cannabinoidi possono essere utilizzati nell’infiammazione della vescica
Un cannabinoide sintetico, che si lega selettivamente al recettore CB2 (JWH015) ha ridotto i sintomi nella cistite interstiziale, un debilitante disordine infiammatorio della vescica, mentre un cannabinoide (ACEA), che si lega al recettore CB1, non è risultato efficace. Gli autori hanno scritto che "questi risultati suggeriscono fortemente che la modulazione dei recettori cannabinoidi CB2 potrebbe essere una strategia terapeutica promettente per il trattamento di malattie e condizioni della vescica caratterizzate da infiammazione, come la cistite interstiziale".
Neuroscienze PharmaNess S.c.a r.l., Pula, Italy.
Tambaro S, et al. EUR J Pharmacol. 2014 Feb 20. [in stampa]

Mondo: L’International Narcotics Control Board critica la legalizzazione della cannabis
L’agenzia sulla droga delle Nazioni Unite dice che la legalizzazione della cannabis negli stati del Colorado e di Washington negli USA costituisce una minaccia per la lotta internazionale contro la droga. In un rapporto pubblicato il 4 marzo, l'International Narcotics Control Board ha detto che "si rammarica profondamente" della rotta intrapresa da questi due Stati per eliminare le restrizioni sulla vendita e l'uso di cannabis.
Associated Press of 4 March 2014.

Scienza/Animale: Gli endocannabinoidi riducono il dolore
Il trattamento di ratti con una sostanza (URB597) che inibisce l'attività dell'enzima ammide idrolasi degli acidi grassi (FAAH), responsabile della degradazione dell’anandamide, riduce il dolore. Tali inibitori aumentano la concentrazione di endocannabinoidi. Gli autori hanno concluso che "questi risultati suggeriscono che URB597 produce antinocicezione."
Dipartimento di Farmacologia e Tossicologia, Virginia Commonwealth University, Richmond, USA.
Kwilasz AJ, et al. Behav Pharmacol. 2014 Feb 27. [in stampa]

Scienza/Animale: Il THC può ridurre la memoria di lavoro negli adolescenti
In uno studio con scimmie rhesus adolescenti, che hanno ricevuto THC per 6 mesi, i ricercatori hanno trovato una memoria di lavoro spaziale peggiore rispetto ai soggetti di controllo non trattati.
Centro di Neuroscienze, Università di Pittsburgh, Pennsylvania, USA.
Verrico CD, et al. Am J Psychiatry. 2014 Feb 28. [in stampa]

Scienza: Olio di semi di canapa ad alto contenuto di acidi grassi omega-3 e acido gamma-linolenico
Quattro cultivar industriali di canapa (Felina 32, Chamaeleon, Uso31 e Finola) sono stati studiati in Italia per la produzione di olio. Gli oli di Felina 32 e di Chamaeleon hanno mostrato la più alta quantità di acido linoleico (59%, acidi grassi omega-6) e di acido alfa-linolenico (18%, acidi grassi omega-3). Gli oli di Finola e di Uso31 sono risultati i più ricchi di acido gamma-linolenico (5-6%).
Dipartimento di Scienze degli Alimenti, Università degli Studi di Udine, Italia.
Porto CD, et al. J Diet Suppl. 2014 Feb 19. [in stampa]

Scienza/Animale: I cannabinoidi possono proteggere le cellule nervose degli occhi
Un cannabinoide sintetico (HU-210), che agisce in maniera simile al THC su entrambi i recettori dei cannabinoidi, ha protetto dalla degenerazione le cellule nervose degli occhi dei ratti. Gli autori hanno concluso che "i cannabinoidi sono potenzialmente utili per ritardare la degenerazione retinica nei pazienti RP." RP significa retinite pigmentosa.
Dipartimento di Fisiologia, Genetica e Microbiologia, Università di Alicante, Spagna.
Lax P, et al. Exp Eye Res 2014;120:175-85.

Scienza/Cellule: Il beta-cariofillene aumenta la secrezione di insulina
Il beta-cariofillene (trans-caryophyllene) attiva il recettore CB2 e promuove la secrezione di insulina stimolata dal glucosio. Questa sostanza è presente negli oli essenziali di diversi piante, tra cui la cannabis e il pepe.
Ospedale Provinciale del Popolo Henan, Università di Zhengzhou, Cina.
Suijun W, et al. Biochem Biophys Res Commun 2014;444(4):451-4.

Scienza/Animale: Gli effetti anti-depressivi della stimolazione magnetica transcranica sono mediate dal sistema endocannabinoide
La modalità di azione della stimolazione magnetica transcranica sulla depressione è stata indagata nei ratti. I ricercatori hanno trovato che i suoi effetti sono mediati dal recettore CB1.
Xijing Hospital, Fourth Military Medical University, Shaanxi, China.
Wang HN, et al. J Psychiatr Res 2014;51:79-87.

Scienza/Animale: Gli agonisti del recettore CB2 proteggono contro la neuropatia causata da paclitaxel
Un agonista sintetico del recettore CB2 (MDA7) ha protetto i ratti contro la neuropatia causata dal paclitaxel, un agente chemioterapico.
Istituto di Anestesiologia, Clinica di Cleveland, USA.
Xu JJ, et al. Neuroscience 2014;260:185-94.

Scienza/Animale: In un modello di sclerosi multipla l'attivazione dei recettori CB1 protegge contro la tossicità del glutammato
Una nuova ricerca fornisce ulteriori prove del fatto che il recettore CB1 è coinvolto in EAE (encefalomielite autoimmune sperimentale), un modello animale di sclerosi multipla. L'attivazione di questo recettore dei cannabinoidi riduce il danno causato in questa malattia dal glutammato, un neurotrasmettitore.
IRCCS Fondazione Santa Lucia, Roma, Italia.
Musella A, et al. Neuropharmacology 2014;79:567-72.

Un anno fa / 2 anni fa

Un anno fa

2 anni fa

[Back to Overwiew]  [IACM Homepage]


up

Conferenze

The Cannabinoid Conference 2017 of the IACM, 29-30 September 2017, Cologne, Germania.

Dichiarazione

Dichiarazione dei diritti umani per l’accesso medico alla cannabis ed ai cannabinoidi

IACM on Twitter

Follow us on twitter @IACM_Bulletin where you can send us inquiries and receive updates on research studies and news articles.